Uso sia di tabacco che di marijuana: cosa avviene a livello cerebrale?

E' stato dimostrato che vi sono differenze a livello cerebrale tra i fumatori sia di tabacco che di marijuana e invece coloro che utilizzano solo marijuana

ID Articolo: 113088 - Pubblicato il: 09 settembre 2015
Uso sia di tabacco che di marijuana: cosa avviene a livello cerebrale?
Messaggio pubblicitario SFU 2022

Recentemente uno studio pubblicato su Behavioural Brain Research ha dimostrato che vi sono significative differenze a livello cerebrale tra i fumatori sia di tabacco che di marijuana e invece coloro che utilizzano solo marijuana.

Finora le ricerche sugli effetti della marijuana hanno generalmente escluso come soggetti i fumatori di tabacco. Tuttavia circa il 70% dei fumatori di marijuana usano anche tabacco, quindi diventa difficile generalizzare i risultati di studi che hanno coinvolto esclusivamente i consumatori di marijuana.

Recentemente uno studio pubblicato su Behavioural Brain Research ha invece dimostrato che vi sono significative differenze a livello cerebrale tra i fumatori sia di tabacco che di marijuana e invece coloro che utilizzano sono marijuana. In particolare lo studio ha confrontato quattro gruppi: non fumatori (soggetti che nei precedenti tre mesi non avevano usato né marijuana né nicotina), utilizzatori cronici di sola marijuana, fumatori cronici di nicotina e utlizzatori cronici sia di marijuana che di nicotina.

Iniziamo da una prima correlazione: vi sarebbe una correlazione negativa tra l’uso di marijuana (sia in fumatori anche di tabacco o di sola marijuana) e la dimensione dell’ippocampo, area fondamentale per la memoria e l’apprendimento. Entrambi i gruppi (solo marijuana e marijuana e tabacco) presentano significative riduzioni dell’ippocampo rispetto ai gruppi di controllo (fumatori di solo tabacco e non fumatori), tuttavia la questione cambia se misuriamo le performance della memoria.

Messaggio pubblicitario Nei non tabagisti la dimensione dell’ippocampo è correlata con la funzionalità della memoria: ippocampo più piccolo, peggiori prestazioni mnestiche. Invece, nei soggetti che utilizzano sia tabacco che marijuana la relazione è niente meno che inversa rispetto alla precedente: minore è la dimensione dell’ippocampo, migliore è il funzionamento della memoria.

Ad esempio, è stato dimostrato che il numero di sigarette fumate per giorno correla con la riduzione delle dimensioni dell’ippocampo e parimenti con un migliore funzionamento della memoria. Negli individui che fumano solo tabacco o solo marijuana questa strana correlazione negativa tra ippocampo ridotto e superiori prestazioni mnestiche e’ invece assente.

Dunque, gli effetti di interazioni di diverse sostanze a livello neurocognitivo possono assumere percorsi inattesi e non lineari, per nulla scontati: l’interazione tra nicotina e marijuana è sicuramente più complessa e da approfondire ulteriormente.

 

ARTICOLO CONSIGLIATO:

Marijuana: quali sono gli effetti a lungo termina sul cervello?

BIBLIOGRAFIA:

State of Mind © 2011-2022 Riproduzione riservata.

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Riviste scientifiche

Categorie

Messaggio pubblicitario