Il modello LIBET – Definizione Psicopedia

Si tratta di un modello di concettualizzazione del caso clinico in ambito cognitivo esistenzialista che esplora il tema di vita doloroso del paziente.

ID Articolo: 103340 - Pubblicato il: 15 ottobre 2014
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

LE DEFINIZIONI DI PSICOPEDIA

Psicopedia - Immagine: © 2011-2012 State of Mind. Riproduzione riservata

 Il termine LIBET (Life themes and plans Implications of biased Beliefs: Elicitation and Treatment) fa riferimento a un modello di concettualizzazione del caso clinico adottato in ambito cognitivo esistenziale (Sassaroli, 2013).

Tale concettualizzazione si basa sulla nozione di tema di vita, che consiste in un insieme di esperienze dolorose di mancato soddisfacimento di bisogni emotivi e relazionali, e di credenze distorte ricorrenti nella storia individuale: esso può essere definito altresì come il luogo mentale intollerabile o LMI, ovvero uno spazio psichico nel quale la persona sperimenta stati di sofferenza soggettiva, gestita attraverso una serie di strategie più o meno adattive e funzionali.

A differenza dell’approccio cognitivo standard, nella LIBET viene approfondita l’evoluzione del LMI all’interno della storia di vita individuale, considerando altresì l’influenza di figure significative e di accudimento. In altre parole si sottolinea il collegamento tra esperienze deficitarie passate e sofferenze e difficoltà di padroneggiamento di stati mentali dolorosi attuali.

Messaggio pubblicitario Le strategie utilizzate per gestire il LMI vengono denominate piani di vita, e a livello patologico possono suddividersi in tre principali categorie:

evitamento: la persona si mantiene distante da situazioni e circostanze collegate al tema di vita doloroso;

-controllo: la persona monitora  costantemente determinati parametri di sè o dell’ambiente;

-ipercompensazione: la persona pone in atto condotte autolesive, di sopraffazione e ricerca intensità emozionale;

 

Questi sono caratterizzati da inflessibilità, monodimensionalità e pervasività, e risultano semi-adattivi, in quanto efficaci a breve termine nella gestione del LMI ma potenzialmente deleteri sul medio-lungo periodo. Il prolungamento di questi piani, dunque, può esporre la persona a diversi momenti di scompenso, anche sotto forma di sintomatologia clinica (es. umore depresso) e a un contatto doloroso con i propri temi di vita.

Questi momenti di crisi del sistema psichico possono tuttavia favorire l’emergere di una motivazione intrinseca orientata al cambiamento e la disponibilità a cominciare un percorso terapeutico, orientato tanto ad assumere piani di vita maggiormente adattivi e flessibili, quanto ad aumentare progressivamente il livello di tolleranza e accettazione del tema di vita doloroso.

 

ARTICOLO CONSIGLIATO:

Il modello LIBET in psicoterapia: Presentazione al Congresso APA 2014 – Washington DC

 

BIBLIOGRAFIA:

  •  Ruggiero, G.M., Sassaroli, S. (2013). Il colloquio in psicoterapia cognitiva. Milano: Raffaello Cortina Editore.  ACQUISTA ONLINE

 

TUTTE LE DEFINIZIONI DI PSICOPEDIA

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 5, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi

Articoli che trattano questo argomento

Formulazione del caso LIBET e modello cognitivo comportamentale: la conferma empirica
Psicoterapia

Formulazione del caso LIBET e modello cognitivo comportamentale: la conferma empirica

Con soddisfazione e orgoglio segnaliamo la pubblicazione della prima conferma empirica della procedura di formulazione del caso LIBET (Life Themes and Semi-Adaptive Plans—Implications of Biased Beliefs, Elicitation and Treatment) elaborato dal nostro gruppo di ricerca.   È un lavoro open access, gratuitamente accessibile a tutti e lo trovate cliccando qui

Sharp Objects: un’analisi in chiave LIBET
Psicologia Psicoterapia

Sharp Objects: un’analisi in chiave LIBET

Sharp Objects è una miniserie televisiva statunitense del 2018, adattamento del romanzo thriller “Sulla pelle” di Gillian Flynn. Ideata da Marti Noxon e diretta da Jean-Marc Vallée, è stata candidata come miglior miniserie ai Golden Globe del 2019.  Nico Alberici – OPEN SCHOOL, Studi Cognitivi San Benedetto del Tronto  

Eleanor Oliphant sta benissimo – La LIBET nelle narrazioni
Psicologia

Eleanor Oliphant sta benissimo – La LIBET nelle narrazioni

Dalla lettura del romanzo bestseller Eleanor Oliphant sta benissimo di Gail Honeyman edito nel 2018, si ipotizza la concettualizzazione in termini LIBET della protagonista Eleanor. La LIBET nelle narrazioni – (Nr. 17) Eleanor Oliphant Attenzione: l’articolo contiene spoiler (ndr)    Eleanor sta bene, anzi: benissimo. O almeno, questo è quello che si ripete da

Il Disturbo Borderline di Personalità: dalla diagnosi alla quotidianità
Psichiatria Psicologia Psicoterapia

Il Disturbo Borderline di Personalità: dalla diagnosi alla quotidianità

Per diagnosticare un Disturbo Borderline di personalità vi deve essere un pattern pervasivo di instabilità delle relazioni interpersonali, dell’immagine di sé e dell’umore e una marcata impulsività, che inizi entro la prima età adulta e sia presente in svariati contesti. Manuela Tedeschi e Giorgia Cipriano – OPEN SCHOOL Psicoterapia e

La rabbia e la voglia di non pensarci…aspetti processuali nel trattamento della disregolazione emotiva – Report dal webinar
Psicologia Psicoterapia

La rabbia e la voglia di non pensarci…aspetti processuali nel trattamento della disregolazione emotiva – Report dal webinar

Il 5 giugno si è svolto in diretta streaming il seminario dal titolo La rabbia e la voglia di non pensarci… aspetti processuali nel trattamento della disregolazione emotiva dove sono intervenuti per approfondire il tema dei disturbi della personalità la Dr.ssa Sandra Sassaroli, il Dr. Giovanni Maria Ruggero e il

Disturbo d’Ansia Sociale: un caso clinico concettualizzato secondo il modello LIBET
Psicologia Psicoterapia

Disturbo d’Ansia Sociale: un caso clinico concettualizzato secondo il modello LIBET

Da un punto di vista nosografico Andrea soffre di Ansia Sociale; adesso che si trova da solo in una città nuova questa ‘eccessiva timidezza’, come lui stesso la descrive, sta diventando un problema per lui e ha deciso di intraprendere un percorso di terapia.   Andrea (nome di fantasia) ha

Rocketman – Storia di una psicoterapia in chiave LIBET
Psicologia Psicoterapia

Rocketman – Storia di una psicoterapia in chiave LIBET

In ottica LIBET, Rocketman risulta estremamente interessante per la presenza di tutti gli aspetti del modello: ambiente familiare e costrutti infantili, lo sviluppo e la stabilizzazione di un tema di vita, un evento invalidante che rafforza e irrigidisce i piani, fino ad arrivare allo sviluppo di una motivazione alla terapia,

Bruce Wayne: la battaglia contro il crimine e contro il proprio senso di impotenza – La LIBET nelle narrazioni
Psicologia

Bruce Wayne: la battaglia contro il crimine e contro il proprio senso di impotenza – La LIBET nelle narrazioni

La serie Gotham narra in modo dettagliato la vita di Bruce Wayne: dopo l’omicidio dei genitori e la conseguente incapacità di ottenere giustizia, Bruce inizia la sua battaglia contro il senso di impotenza e debolezza, intraprendendo un percorso che lo porterà alla scelta di dedicare la sua vita a combattere

Anakin Skywalker e il suo passaggio al lato oscuro – La LIBET nelle narrazioni
Psicologia Psicoterapia

Anakin Skywalker e il suo passaggio al lato oscuro – La LIBET nelle narrazioni

Quali sono i processi che porteranno Anakin Skywalker ad un punto di rottura? Cosa contribuisce alla manifestazione sintomatica di questo personaggio, caratterizzata dal passaggio al lato oscuro? La LIBET nelle narrazioni – (Nr. 14) Anakin Skywalker Introduzione Verrà di seguito analizzato il personaggio di Anakin Skywalker da un punto di vista

La trasformazione di Sansa Stark – La LIBET nelle narrazioni
Psicoterapia

La trasformazione di Sansa Stark – La LIBET nelle narrazioni

Nel momento in cui Sansa Stark ottiene potere e riconoscimento tramite la sua intelligenza e il suo spirito combattivo, si assiste alla sua evoluzione finale: si riappropria del suo corpo, in seguito alle violenze subite, e del suo destino, senza delegare la propria realizzazione alla presenza di un principe azzurro.

Messaggio pubblicitario

Si parla di

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Categorie

Messaggio pubblicitario