Messaggio pubblicitario Master DA 2020

Stress cronico e malattie cardiovascolari: scoperto il legame nei globuli bianchi

Lo stress provoca una sovrapproduzione di globuli bianchi che difendono il corpo contro le malattie, ma se questi sono troppi possiamo avere dei problemi.

ID Articolo: 101222 - Pubblicato il: 11 luglio 2014
Stress cronico e malattie cardiovascolari: scoperto il legame nei globuli bianchi
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

FLASH NEWS

 

Secondo un nuovo studio, gli scienziati potrebbero aver individuato il collegamento tra stress cronico e attacchi di cuore: i globuli bianchi. 

Matthias Nahrendorf della Harvard Medical School sostiene che:

I globuli bianchi sono importanti per combattere le infezioni e indurre la guarigione, ma se ne abbiamo troppi, o se si trovano nel posto sbagliato, possono essere dannosi.

Lo stress provoca una sovrapproduzione di globuli bianchi che difendono il corpo contro le malattie, ma se questi sono troppi possiamo avere dei problemi. Queste cellule extra possono attaccarsi alle pareti delle arterie, causando restrizioni nel flusso sanguigno e favorendo la formazione di coaguli che possono causare ostruzioni dei vasi sanguigni in tutto il corpo. 

Messaggio pubblicitario Da tempo è noto che lo stress cronico può portare a malattie cardiovascolari, ma il meccanismo esatto a causa del quale questo avviene non è mai stato chiaro in passato.

Per identificare il collegamento, il team di Nahrendorf ha studiato 29 medici che lavorano nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale, un posto di lavoro abbastanza stressante. I ricercatori hanno raccolto campioni di sangue sia durante la giornata lavorativa che nelle ore di riposo, e hanno anche somministrati questionari per misurare i livelli di stress dei medici. Dopo aver osservato una sovrapproduzione di globuli bianchi, hanno eseguito un esperimento sui topi, la cui conta dei globuli bianchi ha risposto in modo simile allo stress indotto durante l’esperimento.

Mentre la ricerca cerca di gettare nuova luce sul legame tra stress e attacchi di cuore, Nahrendorf ci ricorda che anche la pressione sanguigna, le caratteristiche genetiche, il colesterolo alto e il fumo contribuiscono al rischio di infarti e ictus.

 

ARTICOLO CONSIGLIATO:

Stress e Salute: l’importanza di un approccio integrato

 

BIBLIOGRAFIA: 

Heidt, T., Sager, H. B., Courties, G., Dutta, P., Iwamoto, Y., Zaltsman, A., von zur Muhlen, Bode, C. C., Fricchione, G. L., Denninger, J., Lin, C. P., Vinegoni, C., Libby, P., Swirski, F. K., Weissleder, R., Nahrendorf, M. (2014). Chronic variable stress activates hematopoietic stem cells. Nature Medicine. Doi:10.1038/nm.3589

 

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 3, media: 3,67 su 5)
State of Mind © 2011-2020 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Si parla di

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Scritto da

Sono citati nel testo

Università e centri di ricerca

Categorie

Messaggio pubblicitario