inTherapy

Schizofrenia: i nuovi risultati della genetica

Un nuovo GWAS ha individuato 22 sedi, di cui 13 di recente scoperta, che si ritiene abbiano un ruolo nel causare la schizofrenia.

ID Articolo: 33903 - Pubblicato il: 10 settembre 2013
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

– FLASH NEWS-

Rassegna Stampa - State of Mind - Il Giornale delle Scienze Psicologiche

Un nuovo GWAS ha individuato 22 sedi, di cui 13 di recente scoperta, che si ritiene abbiano un ruolo nel causare la schizofrenia.

Un genome-wide association study (GWAS) in epidemiologia genetica è un esame di molte varianti genetiche comuni a individui diversi per vedere se qualunque tra queste è associata a un tratto.

Un nuovo GWAS ha individuato 22 sedi, di cui 13 di recente scoperta, che si ritiene abbiano un ruolo nel causare la schizofrenia.

Cervello, Neuroni Specchio. - Immagine: © V. Yakobchuk - Fotolia.com -

Articolo consigliato: Da Freud ai Neuroni Specchio: Schizofrenia e social perception.

LEGGI ANCHE ARTICOLI SU: SCHIZOFRENIA

Patrick F. Sullivan, professore nei dipartimenti di genetica e psichiatria e direttore del Center for Psychiatric Genomics alla University of North Carolina School of Medicine, che ha diretto lo studio, sostiene che “Se trovare le cause della schizofrenia è come risolvere un puzzle, allora questi nuovi risultati ci danno gli angoli e alcuni dei pezzi sui bordi. Questo studio ci fornisce l’immagine più chiara fino ad oggi su due diversi percorsi che potrebbero fallire nelle persone con schizofrenia e ora abbiamo urgente bisogno di concentrare la nostra ricerca su questi due percorsi per capire che cosa provoca questa invalidante malattia mentale.

LEGGI ANCHE ARTICOLI SU: GENETICA & PSICHE

I risultati si basano su un’analisi multi-fase che ha avuto inizio con un campione nazionale svedese di 5.001 casi di schizofrenia e 6243 controlli, seguita da una meta-analisi di precedenti studi GWAS, e, infine, dalla replica di polimorfismi a singolo nucleotide (SNP) in 168 regioni genomiche in campioni indipendenti. Il numero totale delle persone in studio era più di 59.000.

Messaggio pubblicitario Una delle due vie individuate dallo studio è un canale via calcio. Questo percorso include i geni CACNA1C e CACNB2, le cui proteine ​​si toccano come parte di un processo importante nelle cellule nervose. L’altra via è quella del micro-RNA 137. Questo percorso comprende il suo gene omonimo, MIR137 – che è un noto regolatore di sviluppo neuronale – e almeno una dozzina di altri geni regolati da MIR137.

La cosa veramente interessante, ha detto Sullivan, è che adesso è possibile utilizzare le tecnologie standard per riempire i pezzi mancanti del genoma. Ora esiste un percorso chiaro e ovvio per ottenere una conoscenza abbastanza completa sugli aspetti genetici della schizofrenia. Tutto questo non sarebbe stato possibile cinque anni fa”.

LEGGI:

SCHIZOFRENIA –  GENETICA & PSICHE

 

 

BIBLIOGRAFIA:

  • Stephan Ripke, Colm O’Dushlaine, Kimberly Chambert, Jennifer L Moran, Anna K Kähler, Susanne Akterin, Sarah E Bergen, Ann L Collins, James J Crowley, Menachem Fromer, Yunjung Kim, Sang Hong Lee, Patrik K E Magnusson, Nick Sanchez, Eli A Stahl, Stephanie Williams, Naomi R Wray, Kai Xia, Francesco Bettella, Anders D Borglum, Brendan K Bulik-Sullivan, Paul Cormican, Nick Craddock, Christiaan de Leeuw, Naser Durmishi et al.,  Genome-wide association analysis identifies 13 new risk loci for schizophreniaNature Genetics (2013) doi:10.1038/ng.2742, Received 09 December 2012 Accepted 01 August 2013 Published online 25 August 2013

 

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 3, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Università e centri di ricerca

Categorie

Messaggio pubblicitario