Recensione di “La confusione è precisa in amore” di Vittorio Lingiardi

ID Articolo: 10737 - Pubblicato il: 08 giugno 2012
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

 

Poesie Lingiardi. - Immagine: Copertina del libro. Proprietà di Gransasso Nottetempo EditoreIl collega psichiatra e psicoanalista Vittorio Lingiardi si cimenta con la poesia e “State of Mind” lo recensisce. Diciamo subito che, per fortuna, il Lingiardi poeta dimentica di essere psicologo e terapeuta e si lascia andare alla musica del verso senza fare uso delle sue conoscenza scientifiche dell’anima. Il risultato sarebbe stato pedante. Questo ci risparmia la noiosa necessità di cercare nelle poesie di Lingiardi l’insegnamento psicologico. La buona poesia non insegna nulla, per fortuna.

State of Mind, a sua volta, non possiede alcuna competenza letteraria, e quindi ci si abbandona al gusto della lettura senza la pedante maschera della competenza.

Le poesie di Lingiardi che più mi sono piaciute sono quelle del frammento e del pensiero rapido e bruciante. Il ritmo e le immagini mi ricordano Sandro Penna, anche lui rapido come un aiku giapponese.

 

Per esempio:

 

“Dove credi di andare?

Io sono quello

che ti ha spezzato il cuore”.

 

Oppure: 

“Con te rimango

prima della soglia.

Come nel tango

accordo legge e voglia”.

 

O infine: 

“Ti penso come lo potrebbe fare il vento,

con rabbia, foglie in cielo, accanimento”.

 

Altre volte il respiro si allunga e il verso sfiora il mondo più disteso di Montale. Ma poi,  mi pare, si torna al morso improvviso del ritmo di Penna.  Nella seconda metà del libretto, Lingiardi tenta anche l’esperimento pasoliniano. Probabilmente le mie limitate conoscenze letterarie m’impediscono di cogliere consonanze con altri poeti. Lingiardi ci lancia i suoi indizi, e cita Robert Frost, Elsa Morante, Pierpaolo Pasolini e Rainer Maria Rilke. Ma è inutile tentare un’analisi di cui, mi mancano gli strumenti.

Mi basta avere incuriosito il lettore.

Vittorio Lingiardi ha pubblicato “La confusione è precisa in amore” per i tipi Gransasso Nottetempo. Un libretto maneggevole e tascabile da leggere in solitudine.

Elenco delle recensioni del libro.

 

– Leggi l’intervista di State of Mind al Prof. Lingiardi –  

Il Disturbo Narcisistico di Personalità, Intervista al Prof. Vittorio Lingiardi. - Immagine: Narcissus by Caravaggio (Galleria Nazionale d'Arte Antica, Rome)

Articolo consigliato: Il Disturbo Narcisistico di Personalità, Intervista al Prof. Vittorio Lingiardi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

– Leggi la recensione di State of Mind di La Svolta Relazionale di Lingiardi, Amadei, Caviglia e De Bei – 

 

Recensione di “La Svolta Relazionale” di Lingiardi, Amadei, Caviglia e De Bei. - Immagine: Raffaello Cortina Editore

Articolo consigliato: Recensione di “La Svolta Relazionale” di Lingiardi, Amadei, Caviglia e De Bei.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 2, media: 3,50 su 5)
State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Si parla di

Messaggio pubblicitario

Sono citati nel testo

Categorie

Messaggio pubblicitario