Attaccamento disorganizzato.

Quando la figura che dovrebbe fornire protezione è essa stessa fonte di pericolo e di minaccia, si sviluppa attaccamento disorganizzato.

ID Articolo: 5344 - Pubblicato il: 02 febbraio 2012
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

Psicopedia - Immagine: © 2011-2012 State of Mind. Riproduzione riservata Definizione di Attaccamento Disorganizzato.

Bowlby definisce attaccamento la tendenza innata a cercare la vicinanza protettiva di un membro della propria specie quando si percepisce un pericolo.

Quando la figura che dovrebbe fornire protezione in caso di pericolo è essa stessa la fonte di pericolo e di minaccia, si sviluppa quello che viene definito attaccamento disorganizzato.

Il bambino si trova nella situazione paradossale di dover chiedere protezione proprio a chi lo sta minacciando, di doversi allontanare dalla fonte minacciosa e al contempo avvicinarvisi alla ricerca di rassicurazione. Ciò non permette al bambino di sviluppare una rappresentazione coerente di Sé, dell’Altro e della Relazione con l’altro. Inoltre contribuisce allo sviluppo di un deficit nella capacità di regolazione delle emozioni nonché di un deficit delle funzioni metacognitive, cioè della capacità di attribuire agli altri intenzioni, pensieri, emozioni, desideri in modo da attribuire un significato al loro comportamento.

 

 

BIBLIOGRAFIA: 

  • Bowlby J (1999) [1982]. Attachment. Attachment and Loss Vol. I (2nd ed.). New York: Basic Books. 
VOTA L'ARTICOLO
(voti: 3, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2020 Riproduzione riservata.
Condividi

Articoli che trattano questo argomento

Il disturbo dissociativo e l’attaccamento disorganizzato: una possibile relazione
Psicologia

Il disturbo dissociativo e l’attaccamento disorganizzato: una possibile relazione

Recenti studi hanno identificato l’esistenza di una possibile relazione tra attaccamento disorganizzato infantile e sintomi dissociativi in età adulta, fondando questa ipotesi a partire dalle analogie riscontrabili tra i due aspetti patologici.   Per comprendere la natura di questo legame è necessario definire il concetto di dissociazione come uno stato

L’attaccamento. Dal comportamento alla rappresentazione (2008) di Mary Main – Recensione del libro
Psicologia Psicoterapia

L’attaccamento. Dal comportamento alla rappresentazione (2008) di Mary Main – Recensione del libro

La storia della ricerca sull’ attaccamento ha attraversato tre momenti: nel primo John Bowlby ha proposto un’interpretazione etologica ed evoluzionistica sui legami di attaccamento precoce; Mary Ainsworth ha inaugurato la seconda fase della ricerca sviluppando la procedura di laboratorio della Strange Situation.   La Ainsworth inoltre ha determinato la celebre

Il sistema di accudimento: di cosa si tratta, quali sono le sue caratteristiche e come influenza il nostro comportamento?
Psicologia

Il sistema di accudimento: di cosa si tratta, quali sono le sue caratteristiche e come influenza il nostro comportamento?

Il sistema di accudimento ci guida nel fornire protezione e supporto ad altri individui che si trovano in uno stato di bisogno (Bowlby, 1982-1969).   Il sistema di accudimento si attiva quando si è in presenza di qualcuno che sperimenta sofferenza o necessita di cure e protezione (Canterberry & Gillath,

L’apporto di Giovanni Liotti alla psicotraumatologia e le strategie di controllo
Psicologia Psicoterapia

L’apporto di Giovanni Liotti alla psicotraumatologia e le strategie di controllo

Giovanni Liotti è considerato uno dei padri della psicoterapia cognitiva in Italia, insieme a Vittorio Guidano. Nel suo “Sviluppi Traumatici” tenta di approfondire la questione relativa alle problematiche post-traumatiche fornendo moltissimi spunti di riflessione e una lettura estremamente plausibile di alcune comuni forme di psicopatologia nel paziente post-traumatico.   Come

Gianni Liotti – Introduzione alla Psicologia
Psicologia

Gianni Liotti – Introduzione alla Psicologia

Lo studio dei Sistemi Motivazionali Interpersonali (SMI) permise a Gianni Liotti di proporre una nuova spiegazione della genesi e del mantenimento dei disturbi psicopatologici. Realizzato in collaborazione con la Sigmund Freud University, Università di Psicologia a Milano   Giovanni Antonio Liotti è nato a Tripoli, in Libia, il 27 marzo

Le memorie traumatiche nel Disturbo Ossessivo Compulsivo – Report del seminario internazionale dell’Università di Firenze
Psicologia Psicoterapia

Le memorie traumatiche nel Disturbo Ossessivo Compulsivo – Report del seminario internazionale dell’Università di Firenze

Lo scorso 21 marzo si è tenuto presso la sede del Dipartimento di Psicologia dell’Università di Firenze, un seminario internazionale incentrato sulla rassegna di alcuni dei più recenti sviluppi scientifici nell’ambito del trattamento del Disturbo Ossessivo Compulsivo complesso.   Ha introdotto il seminario il Professor Davide Dèttore (Dipartimento di Scienze

Feccia (2017) di Paul Williams – Recensione del libro
Psicologia

Feccia (2017) di Paul Williams – Recensione del libro

Feccia (titolo originale “Scum”) di Paul Williams dà vita e forma alle parole, ai pensieri, alle emozioni e alle visioni di un adolescente costretto a vivere, o meglio a sopravvivere, in un contesto familiare minaccioso e indecifrabile.   Chiederesti mai a una volpe ferita che effetto fa essere schiacciati dalle

Il trattamento dei disturbi dissociativi e di personalità – Recensione di Saverio Ruberti
Psicoterapia

Il trattamento dei disturbi dissociativi e di personalità – Recensione di Saverio Ruberti

Antonella Ivaldi approfondisce in modo lucido e competente le difficoltà che ogni clinico incontra nella cura dei gravi disturbi di personalità, proponendo un modello d’intervento fondato sull’attenzione alla qualità del rapporto con il paziente. Dott. Saverio Ruberti   La prospettiva psicoanalitica e quella cognitivo-evoluzionista in un’ottica di integrazione L’autrice prende

Fattori di rischio nello sviluppo di comportamenti aggressivi nei bambini: il ruolo dell’attaccamento
Psicologia

Fattori di rischio nello sviluppo di comportamenti aggressivi nei bambini: il ruolo dell’attaccamento

Violenza e comportamenti aggressivi nei bambini e negli adolescenti sono un fenomeno in crescente diffusione ai giorni nostri. Ma quali sono i fattori di rischio nello sviluppo di tali condotte aggressive? Federica Di Francesco – OPEN SCHOOL Studi Cognitivi, San Benedetto del Tronto   Quando si parla di fattori di rischio si fa riferimento a

Effetti della violenza domestica su madri e figli: la prospettiva della teoria dell’attaccamento
Psicologia Psicoterapia

Effetti della violenza domestica su madri e figli: la prospettiva della teoria dell’attaccamento

Marika Di Egidio, Federica Di Francesco   Nei casi di violenza domestica la figura d’attaccamento è la stessa che perpetra la violenza; questo determina lo svilupparsi di molteplici rappresentazioni drammatiche, dissociate, non organizzate e non integrabili di Sé, dell’altro e della relazione stessa. Sempre più frequentemente ci troviamo ad ascoltare

Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Scritto da

Categorie

Messaggio pubblicitario