Vuoi mangiare meno? Aiutati con i piatti rossi – Psicologia e Alimentazione

Alimentazione: è stata pubblicata una ricerca che ha dimostrato che gli esseri umani mangiano meno meno quando il cibo viene servito su un piatto rosso.

ID Articolo: 40069 - Pubblicato il: 24 febbraio 2014
Condividi

Claudia Corsini.

 

 

Piatti rossi. - Immagine: © jalcaraz - Fotolia.comAlimentazione: sulla rivista Appetite è stata recentemente pubblicata una ricerca svolta a Parma che ha dimostrato come gli esseri umani siano propensi a mangiare meno e a testare meno crema idratante sulle mani quando tali prodotti vengono presentati su piatti di plastica di colore rosso.

Risultati analoghi erano già stati ottenuti nel 2012 da Oliver Genschow, ricercatore presso la Facoltà di Psicologia di Basilea. Tuttavia, l’esperimento svizzero non consentiva di definire se la quantità di cibo mangiata in relazione al colore del piatto fosse originata dal contrasto tra piatto e alimento piuttosto che dal colore del piatto di per sé. A questo proposito, un’altra ricerca nel campo dell’alimentazione (van Ittersum e Wansink, 2012) dimostrava, in effetti, come un contrasto abbastanza elevato tra piatto e pietanza (ad esempio pasta condita al pomodoro servita su piatto bianco) potesse indurre le persone a collocare nel piatto quantità più misurate di cibo rispetto a quando il contrasto tra i due era inferiore (ad esempio pasta in bianco su piatto bianco).

Lo studio italiano conferma, invece, come sia effettivamente il colore del piatto e non la variazione di luminanza e contrasto a modificare il comportamento di consumo. Questa ipotesi è stata dimostrata attraverso tre esperimenti che hanno coinvolto un totale di 240 volontari. Nel primo esperimento sono stati serviti popcorns in piatti rossi, blu e bianchi a tre gruppi indipendenti di partecipanti.

Disegno 1

Nel secondo caso i piatti sono stati riempiti con una quantità costante di gocce di cioccolato fondente, cromaticamente quindi opposte al popcorn. Sia nel caso dei popcorns che in quello della cioccolata  i soggetti appartenenti ai gruppi con i piatti rossi hanno consumato in media significativamente meno rispetto a quelli con il piatto bianco e blu. Cosa è avvenuto quando, anziché un alimento, è stata presentata una dose di crema idratante da testare sulle mani?  Anche in questo caso il gruppo con i piatti rossi ha provato sulle proprie mani un quantitativo di prodotto significativamente inferiore rispetto agli altri due. Tutti e tre gli esperimenti prevedevano poi la compilazione di un questionario fittizio riguardante aspetti sensoriali e il livello di gradimento/piacevolezza del prodotto. Curiosamente, dall’analisi delle risposte fornite dai volontari è emerso come la diminuzione di consumo con il piatto rosso non sia correlata ad un’altrettanta riduzione dell’appeal dei cibi e della crema posati su di esso. Le persone pur consumando meno con il piatto rosso esprimono un giudizio di gradimento comunque positivo, non dissimile da quello espresso per gli altri piatti.

Messaggio pubblicitario Le ragioni all’origine di questo fenomeno non si comprendono ancora, verosimilmente questa tendenza all’evitamento degli stimoli di colore rosso potrebbe essere ricondotta, nell’uomo, sia a fattori biologici che culturali (segnale di divieto e pericolo). Per ora rimangono solo ipotesi.

Non si dispone ancora di conoscenze certe e sufficienti per iniziare a riflettere su di una reale applicabilità di queste scoperte, in ogni modo, questi nuovi dati di ricerca hanno permesso di dimostrare la robustezza dell’effetto del rosso sui consumi in virtù della sua replicabilità e di chiarire che le variazioni rilevate non dipendano dal contrasto bensì dal colore rosso di per sé.

Ancora, l’influenza del colore rosso sembra estendersi similmente al consumo di crema trascinando, in questo modo, anche il sistema sensoriale visuo-tattile all’interno della discussione. Diventa sempre più evidente come possano essere molti e subdoli gli stimoli ambientali e situazionali in grado di modificare  i nostri comportamenti.

 

ARGOMENTI CORRELATI: ALIMENTAZIONE

ARTICOLO CONSIGLIATO: ALIMENTAZIONE: LA DIMENSIONE SOCIALE DEI PASTI – PSICOLOGIA

 

 

BIBLIOGRAFIA:

 

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 3, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2020 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Si parla di

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Sono citati nel testo

Università e centri di ricerca

Riviste scientifiche

Messaggio pubblicitario