Intelligenza emotiva

Intelligenza Emotiva: un mix di empatia, motivazione, autocontrollo, logica, capacità di adattamento e di gestione delle proprie emozioni.

ID Articolo: 16724 - Pubblicato il: 17 ottobre 2012
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

Psicopedia - Immagine: © 2011-2012 State of Mind. Riproduzione riservataIntelligenza emotiva 

Definita per la prima volta da Salovey e Mayer (1990) come: “La capacità di monitorare le proprie e le altrui emozioni, di differenziarle e di usare tali informazioni per guidare il prorio pensiero e le proprie azioni”; il concetto di Intelligenza emotiva è stato ripreso da Daniel Goleman il quale, nel 1995, lo rese popolare con la seguente definizione: “ È la capacità di riconoscere i nostri sentimenti e quelli altrui, di motivare noi stessi, e di gestire positivamente le nostre emozioni, tanto interiormente quanto nelle relazioni sociali”.

Da questa definizione si può capire come l’intelligenza emotiva sia un mix di empatia, motivazione, autocontrollo, logica, capacità di adattamento e di gestione delle proprie emozioni, così da trovare e riuscire ad utilizzare i lati positivi di ogni situazione cui si va incontro. Goleman alla base dell’intelligenza emotiva individua due tipi di competenze e a ciascuna di queste attribuisce delle caratteristiche specifiche:

Competenza Personale: ossia il modo in cui controlliamo noi stessi; racchiude al suo interno:

– Consapevolezza di Sé, da intendersi come capacità di riconoscere le proprie emozioni, sapere quali sono i propri limiti e le proprie risorse ed avere sicurezza nelle proprie capacità;

– Padronanza di Sé, la quale richiede la capacità di saper dominare i propri stati interiori, saper guidare gli impulsi e sapersi adattare e sentirsi a proprio agio in nuove situazioni;

– Motivazione, caratteristica che spinge l’individuo a realizzare i propri obiettivi sapendo cogliere le occasioni che gli si presentano, impegnandosi e restando costante nonostante le possibili avversità. Messaggio pubblicitario  

 Competenza Sociale: ossia la modalità con cui gestiamo le relazioni con l’Altro; a questa fanno rifermento:

– Empatia, intesa come la capacità di riconoscere le prospettive ed i sentimenti altrui, mostrandosi pronti a soddisfare le esigenze dell’Altro, ed aiutarlo cercando di mettere in risalto quelle che sono le sue risorse. Ma anche la capacità di individuare e coltivare le opportunità che vengono offerte dall’incontro con persone di diverso tipo, e il saper interagire all’interno di un gruppo sulla base dell’interpretazione delle correnti emotive e dei rapporti di potere esistenti nel gruppo stesso.

– Abilità sociali, ossia tutte quelle abilità che ci consentono di indurre nell’Altro risposte desiderabili. Si va dall’utilizzo di tattiche di persuasione efficienti, al saper comunicare in maniera chiara e convincente, così da saper guidare il gruppo sia in un eventuale cambiamento, sia nel risolvere eventuali disaccordi. Rientra inoltre nell’abilità sociale il cercare di favorire l’instaurarsi di legami fra i membri di un gruppo creando un ambiente positivo che consenta di lavorare per obiettivi comuni.


L’Intelligenza Emotiva racchiude al suo interno quelle capacità di consapevolezza e padronanza di se, motivazione, empatia e abilità nelle gestione delle relazioni sociali, che qualunque persona può sviluppare e che si rivelano fondamentali per ogni essere umano.

 

 

BIBLIOGRAFIA:

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 3, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi

Articoli che trattano questo argomento

Intelligenza emotiva
Psicologia

Intelligenza emotiva

Goleman, nella sua opera Intelligenza emotiva mette in evidenza come il concetto classico di intelligenza legato alla mera didattica non è sufficiente per determinare il successo in campo affettivo, lavorativo e sociale del soggetto.   L’intelligenza emotiva (EQ) è la capacità di un individuo di dare un nome alle proprie e altrui

Intelligenza emotiva e disturbi alimentari: una revisione sistematica
Psicologia

Intelligenza emotiva e disturbi alimentari: una revisione sistematica

Individui con alti livelli di intelligenza emotiva sembrano riportare minori preoccupazioni verso l’alimentazione e la forma fisica.   L’impatto delle emozioni negative sulle condotte alimentari è una tematica che negli ultimi decenni ha catturato l’attenzione di molteplici ricercatori (Romero-Mesa, Pelaez-Fernandez & Extremera, 2020). A partire dai primi studi sul tema,

EI e ToM: intelligenza emotiva e teoria della mente
Psicologia

EI e ToM: intelligenza emotiva e teoria della mente

La teoria della mente (ToM) è la capacità di un soggetto di riconoscere il pensiero o le emozioni altrui per prevedere un possibile comportamento (Chakrabart & Baron-Cohen, 2013).   Deficit di questa capacità sono stati osservati in diversi disturbi, come l’ansia sociale, l’autismo, il bipolarismo o la depressione (Baron-Cohen &

L’influenza dell’intelligenza emotiva sulla qualità delle performance lavorative
Psicologia

L’influenza dell’intelligenza emotiva sulla qualità delle performance lavorative

La dicotomia tra razionalità ed emotività caratterizza da sempre l’essere umano. Alcune persone estremizzano l’uso della razionalità per reprimere e governare le proprie emozioni, mentre altri faticano a modularle, rimanendo in balìa di esse. Al contrario, imparare a gestire e sfruttare questa ambivalenza, secondo un’ottica integrativa, è una risorsa preziosa

La retribuzione emotiva: un modo per fidelizzare i talenti in azienda
Psicologia

La retribuzione emotiva: un modo per fidelizzare i talenti in azienda

Il Primo Maggio si celebra, come ogni anno, i lavoratori, ricordando le battaglie operaie per uno dei diritti fondamentali: l’orario di lavoro. Ma, nell’attuale contesto lavorativo flessibile, legato anche ai grandi progressi tecnologici, il lavoratore si trova a dover combattere una nuova battaglia, ovvero la ricerca e il mantenimento di

Training di Intelligenza emotiva: efficaci nella prevenzione del burnout
Psicologia

Training di Intelligenza emotiva: efficaci nella prevenzione del burnout

Alcuni ricercatori della Loyola University di Chicago Stritch School of Medicine hanno dimostrato come una formazione dedicata agli studenti di medicina possa migliorare la loro intelligenza emotiva e ciò potrebbe aiutarli a prevenire il rischio di burnout.   L’intelligenza emotiva è la capacità di riconoscere e comprendere le emozioni in

Emozioni: manuale di auto aiuto per conoscere e regolare gli stati emotivi (2018) di Scarinci A. e Brunori G. – Recensione del libro
Psicologia Psicoterapia

Emozioni: manuale di auto aiuto per conoscere e regolare gli stati emotivi (2018) di Scarinci A. e Brunori G. – Recensione del libro

Buona parte della psicologia moderna negli ultimi decenni ha indirizzato la sua attenzione agli aspetti emotivi della vita psichica. Questo crescente interesse è stato supportato da importanti ricerche in ambito scientifico, per cui oggi siamo in grado di sostenere con certezza che le emozioni giocano uno ruolo di primaria importanza

Condividi ma non condivido: analfabetismo emotivo ed empatia nell’era dei social
Attualità Psicologia

Condividi ma non condivido: analfabetismo emotivo ed empatia nell’era dei social

L’ analfabetismo emotivo si diffonde online? Le emozioni che frequentemente traspaiono online su temi molto dibattuti nel web sono emozioni di rabbia e frustrazione ma non è l’emozione in sé a preoccupare, oltre all’emozione c’è di più: c’è una mancata regolazione emotiva, c’è una tendenza all’azione, c’è una totale cecità

L’influenza delle emozioni nell’apprendimento in età evolutiva
Psicologia

L’influenza delle emozioni nell’apprendimento in età evolutiva

Competenza emotiva e apprendimento sono concetti tra loro collegati in quanto entrambi sono considerati processi che hanno luogo nella nostra mente e in grado di influenzarsi reciprocamente. Federica Liso – OPEN SCHOOL Studi Cognitivi San Benedetto del Tronto   Numerose ricerche, promosse negli ultimi anni in Italia, hanno indicato che

Scuola: l’intelligenza emotiva come prevenzione del disagio di bambini e adolescenti
Psicologia

Scuola: l’intelligenza emotiva come prevenzione del disagio di bambini e adolescenti

A scuola, appare evidente il ruolo centrale che i processi affettivi giocano nell’organizzare l’esperienza e il comportamento. La scuola, in un’ottica di prevenzione, ci può aiutare nello sviluppo dell’ intelligenza emotiva. Luisana D’Alessandro, OPEN SCHOOL STUDI COGNITIVI SAN BENEDETTO DI TRONTO    Il costrutto di intelligenza emotiva Il concetto di Intelligenza emotiva

Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Scritto da

Sono citati nel testo

Categorie

Messaggio pubblicitario