expand_lessAPRI WIDGET

Disturbo dell’ Orgasmo Femminile

Il disturbo dell’ orgasmo femminile è caratterizzato non solo dall’assenza, ma anche da un persistente e ricorrente ritardo del godimento.

Di Mara Soliani

Pubblicato il 17 Ott. 2012

Aggiornato il 27 Ago. 2014 02:55

Psicopedia - Immagine: © 2011-2012 State of Mind. Riproduzione riservataDISTURBO DELL’ ORGASMO FEMMINILE

Classificato all’interno delle disfunzioni sessuali, il disturbo dell’ orgasmo femminile può essere caratterizzato non solo dall’assenza, ma anche da un persistente e ricorrente ritardo del piacere, in seguito a quella che può essere definita una normale fase di eccitazione sessuale.

Quando si parla di questo disturbo va sempre tenuto in considerazione il fatto che l’ orgasmo può essere ottenuto attraverso diversi tipi di stimolazione, e che l’intensità e la durata dello stesso variano da persona a persona.

Le informazioni utili per fare diagnosi di tale disturbo sono quelle che consentono di dire al clinico che le capacità della donna di esperire un orgasmo sono minori di quanto ci si aspetterebbe in base ad età, esperienza sessuale e stimolazione ricevuta.

 Va inoltre ricordato che tale inibizione dell’orgasmo deve causare nella donna difficoltà interpersonali o notevole disagio. Se presenti Disturbo dell’umore (es: Disturbo Depressivo) generalmente non viene fatta diagnosi aggiuntiva di Disturbo Dell’ Orgasmo in quanto problematiche legate alle sfera sessuale potrebbero dipendere dal primo. Lo stesso accade se i sintomi sono conseguenti all’utilizzo di sostanze, o possono dipendere da una condizione medica generale.

Ciò che va sottolineato è il fatto che la capacità di provare l’orgasmo può aumentare con la pratica sessuale e per tale motivo può essere più diffuso fra le donne giovani. L’acquisizione di una maggiore consapevolezza di sé e del proprio corpo, nonché la sperimentazione di diversi tipi di stimolazione, sono tutti fattori che consentono alla donna di avvicinarsi sempre più all’acme del piacere.

Una volta che si è imparato come raggiungere l’orgasmo è difficile che venga meno questa capacità, salvo l’intervento di problematiche mediche, disturbi legati all’umore, esperienze traumatiche, problemi relazionali o insufficiente comunicazione sessuale col proprio partner. La maggioranza dei disturbi dell’ orgasmo femminile risultano essere, per queste ragioni, di tipo permanente (presenti fin dall’inizio dell’attività sessuale) piuttosto che acquisito (sintomi che compaiono in seguito, mentre prima si è sempre esperito l’ orgasmo). Va inoltre distinto se la problematica è legata a specifiche situazioni (nel caso in cui per esempio vi sia orgasmo nell’atto masturbatorio e non vi sia nell’atto sessuale col partner) o se è una condizione generale; se è dovuta per lo più a fattori psicologici o a fattori combinati (problematiche psicologiche connesse a condizione medica generale e/o uso di sostanze).

 LEGGI ANCHE: MA LE DONNE COME FUNZIONANO? l’ORGASMO FEMMINILE – 

ARTICOLI SU: SESSUALITA’ 

 

BIBLIOGRAFIA:

Si parla di:
Categorie
cancel