Percezione e Sensazioni: Donare il proprio tempo per avere più tempo!

La possibilità di concentrarsi sui sentimenti e bisogni altrui, invece che su se stessi, porta un effetto benefico sul tempo percepito.

ID Articolo: 13725 - Pubblicato il: 20 luglio 2012
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

FLASH NEWS 

Rassegna Stampa - State of Mind - Il Giornale delle Scienze Psicologiche

Donare il proprio tempo per avere più tempo!

È questa la soluzione suggerita dalla psicologa ricercatrice Cassie Mogilner della Wharton School of the University of Pennsylvania per aumentare la sensazione soggettiva di avere tempo libero a disposizione, bene sempre più raro e prezioso in una società frenetica come quella in cui viviamo.

Se non possiamo aumentare il numero di ore giornaliere a nostra disposizione, possiamo invece impegnarci in attività di volontariato; questo sembra restituire alla maggior parte delle persone la sensazione di poter godere del proprio tempo libero più comodamente e senza fretta.

Con quattro diversi esperimenti, la ricercatrice e i suoi collaboratori hanno infatti scoperto che, in modo apparentemente paradossale, è proprio la possibilità di concentrarsi sui sentimenti e bisogni altrui, invece che su se stessi, ad avere questo effetto benefico sul tempo percepito.

Sembra che questo sia dovuto al fatto che il volontariato aumenta il senso di competenza personale e di efficienza, e questo a sua volta, espande la dimensione temporale avvertita nelle nostre menti: il tempo lineare altro non è che una proiezione di come percepiamo il cambiamento. In definitiva, donare il proprio tempo aumenta il coinvolgimento delle persone in nuovi impegni, anche se sono molto indaffarate.

 

 

BIBLIOGRAFIA: 

VOTA L'ARTICOLO
(Nessun voto)
State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Università e centri di ricerca

Categorie

Messaggio pubblicitario