Volitional Reconsumption: ancora la stessa canzone?

Rivedere più volte un film, riascoltare fino alla nausea una canzone? La volitional reconsumption: scopriamone i meccanismi sottostanti.

ID Articolo: 10263 - Pubblicato il: 05 giugno 2012
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

Volitional Reconsumption – Rassegna Stampa – 

Rassegna Stampa - State of Mind - Il Giornale delle Scienze PsicologicheA chi non è capitato di rivedere più e più volte un film preferito o di riascoltare fino alla nausea una canzone? Quale meccanismo si nasconde sotto questo bizzarro fenomeno di scelta di “rifruizione intenzionale” (in inglese definito volitional reconsumption )?

Non si tratta di semplice nostalgia vintage. In uno studio che verrà pubblicato in Agosto su Journal of Consumer Research, Cristel Russell, professoressa di Marketing della University of Chicago, ha indagato le motivazioni che spingono le persone a rileggere lo stesso libro, rivedere un film o  riascoltare una canzone più e più volte. Attenzione, gli autori mettono in guardia: la Volitional Reconsumption è un fenomeno che ben si differenzia da comportamenti altamente ripetitivi ritualistici e quotidiani al limite della dipendenza.

I soggetti della ricerca, selezionati in Nuova Zelanda e Stati Uniti, sono stati intervistati per indagare perché sceglievano deliberatamente di ripetere tali comportamenti di fruizione di prodotti culturali.  Dalle analisi delle interviste è emerso che i comportamenti di Volitional Recomsumption rispondono principalmente a cinque fattori motivazionali: regressivo, progressivo, ricostruttivo, relazionale e riflessivo. Alcuni soggetti desiderano ritornate mentalmente ed emotivamente a momenti passati (fattore regressivo), altri hanno il desiderio di confermare o modificare le impressioni lasciate dalla precedente fruizione (fattore progressivo), altri ancora semplicemente di rinfrescarsi la memoria alla scoperta di nuovi dettagli (fattore ricostruttivo); c’è chi vuole condividere l’esperienza con altre persone (fattore relazionale) e infine chi riferisce che ri-fruire un libro, una canzone o un film porta a un aumento di consapevolezza oltre che di esperienza edonica positiva (fattore riflessivo).

Quindi smettetela di sfottere il vostro amico che continua a riproporvi lo stesso video o canzone: le motivazioni sottostanti non sembrano affatto banali!

 

 

BIBLIOGRAFIA 

 

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 3, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Università e centri di ricerca

Categorie

Messaggio pubblicitario