Centri Clinici

Panico – Attacchi di Panico

L'attacco di panico è un improvvisa manifestazione di intensa paura in assenza di un reale pericolo, accompagnata da sintomi somatici (tachicardia, intensa sudorazione, fame d'aria, tremore) e cognitivi (paura di impazzire, di perdere il controllo, paura di morire).

ID Articolo: 4576 - Pubblicato il: 13 gennaio 2012
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

Psicopedia - Proprietà di State of MindL’attacco di panico è un improvvisa manifestazione di intensa paura in  assenza di un reale pericolo, accompagnata da sintomi  somatici (tachicardia, intensa sudorazione, fame d’aria, tremore) e cognitivi (paura di impazzire, di perdere il controllo, paura di morire). Generalmente raggiunge rapidamente l’apice ed è di breve durata (di solito 10 minuti o meno).

Caratteristica essenziale  dell’Attacco di Panico è la sensazione di perdita di controllo su se stessi e sulla  situazione. Spesso si ha la paura di morire, di avere un infarto o di  impazzire. Ulteriore caratteristica associata a questo disturbo è  il forte desiderio di fuggire dal luogo in cui si sta manifestando  l’attacco. Il disagio generato dagli attacchi è spesso accompagnato da vergogna  e timore che il malessere sia percepito dalle altre persone favorendo un  immagine di sé “debole”.
Il carattere improvviso degli  attacchi e la loro relativa imprevedibilità, porta spesso le persone aventi  questo disagio a sentirsi particolarmente deboli e vulnerabili, condizione  che porta spesso a un cambiamento significativo della vita.

Esistono tre tipi caratteristici di Attacchi di Panico: 
1) Inaspettati (non provocati): in cui non è possibile associare l’esordio dell’attacco con un fattore scatenante preciso;

2) gli Attacchi di Panico causati dalla situazione (situazionali): in cui l’attacco si manifesta quasi inevitabilmente durante l’esposizione al fattore scatenante;

3) gli Attacchi di Panico sensibili alla situazione sono simili a quelli situazionali, ma a differenza dei primi non sono invariabilmente associati allo stimolo e non si manifestano necessariamente subito dopo l’esposizione.

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 3, media: 4,00 su 5)
State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi

Articoli che trattano questo argomento

Attacchi di panico notturni: il ruolo della sensibilità all’ansia, dell’intolleranza all’incertezza e della responsabilità del danno
Psicologia

Attacchi di panico notturni: il ruolo della sensibilità all’ansia, dell’intolleranza all’incertezza e della responsabilità del danno

Il panico notturno, spesso in comorbilità con quello diurno, consiste nel risveglio improvviso in un forte stato ansioso (Craske & Barlow, 1989), non ricondotto a sogni o incubi e in assenza di alcuna causa apparente.    Spesso è presente l’ansia anticipatoria verso il momento del sonno, che viene evitato, con

Billie Joe Armstrong e il “pianto” interiore – Psico-riflessioni su “Basket case” dei Green Day
Cultura Psicologia

Billie Joe Armstrong e il “pianto” interiore – Psico-riflessioni su “Basket case” dei Green Day

Basket case, il primo successo internazionale della band californiana dei Green Day, è un racconto delle crisi di panico dell’autore.   Nel 1994 i Green Day pubblicano Dookie, album che sancisce la definitiva consacrazione nel mondo del punk rock internazionale per la band di Berkeley. Dookie (Imm. 1) è il

Panico, Ansia & Paura. Guida strategica per aspiranti coraggiosi (2021) di Alessandro Bartoletti – Recensione del libro
Psichiatria Psicologia

Panico, Ansia & Paura. Guida strategica per aspiranti coraggiosi (2021) di Alessandro Bartoletti – Recensione del libro

Panico, Ansia & Paura. Guida strategica per aspiranti coraggiosi spiega e differenzia termini quali paura, panico, ansia e angoscia, spesso usati impropriamente, e mette in luce come parlare di attacchi di panico o disturbo di attacco di panico possa risultare alquanto riduttivo.   Fresco di pubblicazione, l’ultimo lavoro di Alessandro

Immaginare il proprio futuro può divenire un ostacolo nel vivere il presente? Indagine comparativa tra disturbi d’ansia e disturbi di panico nell’orientamento al futuro
Psicologia

Immaginare il proprio futuro può divenire un ostacolo nel vivere il presente? Indagine comparativa tra disturbi d’ansia e disturbi di panico nell’orientamento al futuro

Nei disturbi d’ansia e di panico si possono presentare distorsioni temporali, rispetto a un presente, sentito come particolarmente intenso e a tratti difficile da gestire, e a un futuro, vissuto spesso come incerto e incontrollabile. Andrea Coluccia – OPEN SCHOOL Psicoterapia Cognitiva e Ricerca Mestre   La prospettiva temporale è

EMDR e disturbo di panico (2018) di Elisa Faretta – Recensione del libro
Psicologia Psicoterapia

EMDR e disturbo di panico (2018) di Elisa Faretta – Recensione del libro

Questo libro, riconoscendo l’elevata frequenza del Disturbo di Panico (DP), si propone di fornire una guida completa al suo trattamento attraverso l’EMDR; è stato infatti strutturato un protocollo specifico per il DP, che viene presentato fase per fase ed esemplificato attraverso un caso clinico reale.   Il libro parte dal

Teoria della perdita di vigilanza e caratteristiche di chi soffre di attacchi di panico notturni
Psichiatria Psicologia

Teoria della perdita di vigilanza e caratteristiche di chi soffre di attacchi di panico notturni

Più della metà di chi soffre di disturbo di panico sperimenta anche attacchi di panico (AP) notturni (Smith, 2019).   Il DSM-5 classifica gli attacchi di panico notturni entro la più ampia categoria degli attacchi di panico inaspettati, che cioè si verificano indipendentemente da fattori situazionali scatenanti (APA, 2013). Gli

Una proposta euristica sul Disturbo di Panico – Video-intervista al Professor Giampaolo Perna
Psicologia Psicoterapia

Una proposta euristica sul Disturbo di Panico – Video-intervista al Professor Giampaolo Perna

Una prospettiva alternativa sul Disturbo di Panico suggerisce che i pazienti con PD abbiano un funzionamento anormale del corpo, che coinvolge principalmente i sistemi cardiorespiratorio e di equilibrio, portando a un declino della forma fisica globale. Martina Spelta e Valentina Pozzesi – OPEN SCHOOL, Psicoterapia Cognitiva e Ricerca Milano  

All’origine del panico
Psicologia

All’origine del panico

Il paziente con disturbo da attacchi di panico tende a percepire il pericolo là dove non esiste, il locus coeruleus si attiva come se fosse in presenza di un reale pericolo e prepara in pochi secondi l’organismo all’attacco o alla fuga.   Il nucleo del disturbo di panico è alimentato

La rana bollita: una storia di ansia, attacchi di panico e cambiamento (2017) di M. Innorta – Recensione del libro
Psicologia Psicoterapia

La rana bollita: una storia di ansia, attacchi di panico e cambiamento (2017) di M. Innorta – Recensione del libro

Marina Innorta ripercorre, in La rana bollita, il personale vissuto con il disturbo di ansia, partendo dal culmine della sua manifestazione nelle forme più estreme fino al punto di ripresa e rinascita, senza la pretesa di offrire soluzioni finali e universali su come liberarsene.   La protagonista del libro usa

Attività fisica e psicopatologia: il disturbo di panico
Psicologia Psicoterapia

Attività fisica e psicopatologia: il disturbo di panico

L’ attività fisica sembra avere un ruolo non solo nell’incrementare il benessere psicologico in caso di salute mentale, ma anche del determinare miglioramenti in caso di psicopatologia..   Il disturbo di panico è un disturbo clinico caratterizzato da ricorrenti attacchi inaspettati, accompagnati da paura e disagio intensi, dalla preoccupazione persistente

Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Scritto da

Categorie

Messaggio pubblicitario