London Taxi Drivers: memoria e plasticità neurale

Imparare la complessa mappa delle 25.000 strade di Londra e migliaia di punti di interesse causa cambiamenti strutturali nel cervello e nella funzione mnestica dei taxisti della capitale.Il nuovo studio pubblicato su Current Biology, supporta le evidenze sempre crescenti che l’apprendimento anche nella vita adulta è un processo continuo e con infinite potenzialità persino nel cambiamento strutturale del cervello.

ID Articolo: 4261 - Pubblicato il: 20 dicembre 2011
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

– Rassegna Stampa –

Rassegna Stampa - State of Mind - Il Giornale delle Scienze PsicologicheImparare a memoria la complessa mappa delle 25.000 strade di Londra e migliaia di punti di interesse causa cambiamenti strutturali nel cervello e nella funzione mnestica dei taxisti della capitale.

Il nuovo studio pubblicato su Current Biology, supporta le evidenze sempre crescenti che l’apprendimento anche nella vita adulta è un processo continuo e con infinite potenzialità persino nel cambiamento strutturale del cervello.

Per ottenere la licenza di taxista londinese è necessario apprendere e conoscere la mappa delle migliaia di strade della città, attraverso un training (unico al mondo) della durata di circa 3-4 anni e diversi esami di ammissione, superati generalmente soltanto dalla metà dei candidati.

Sulla scia di precedenti ricerche, Eleanor Maguire e Katherine Woollett del Wellcome Trust Centre for Neuroimaging hanno coinvolto un gruppo di 79 aspiranti taxi drivers e 31 soggetti di controllo (non taxi drivers), sottoponendoli a scansioni di risonanza magnetica (MRI) nel corso degli anni e studiandone la performance mnestiche. Soltanto 39 degli aspiranti sono riusciti a superare gli esami di qualificazione e a ottenere la licenza, dando cosi la possibilità ai ricercatori di confrontare tre gruppi: aspiranti diventati taxisti, asprianti in formazione ma non riusciti ad ottenere la licenza, e individui di controllo, non taxisti e senza alcun training.

Esaminando le strutture cerebrali all’inizio e al termine (3 anni dopo) del training dei tre gruppi i ricercatori hanno scoperto che erano presenti differenze significative tra il pre e post-training nella porzione posteriore dell’ippocampo (maggiore volume della sostanza grigia) degli asprianti taxisti che avevano ottenuto la licenza. Negli“aspiranti esclusi” e nei soggetti di controllo non era presente tale differenza strutturale a distanza dei tre anni. Come ci si poteva aspettare, sia i candidati che avevano poi ottenuto la licenza che quelli esclusi avevano prestazioni mnestiche migliori in prove specifiche riguardanti il territorio di Londra rispetto al gruppo di controllo.

Questa evidenza di cambiamento strutturale dell’ippocampo in funzione di una specifica e controllata stimolazione esterna (l’acquisizione della conoscenza dell’intricata mappa delle strade londinesi) supporta a livello empirico la plasticità neurale del cervello nell’adulto in funzione delle esperienze e dell’apprendimento: sempre più solide speranze e niente più scuse per il lifelong learning.

 

BIBLIOGRAFIA:

Katherine Woollett, Eleanor A. Maguire. Acquiring “the Knowledge” of London’s Layout Drives Structural Brain Changes. Current Biology, 2011; DOI: 10.1016/j.cub.2011.11.018

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 1, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2020 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Categorie

Messaggio pubblicitario