Da mesi sogni di vedere quel film? Allora ti siedi a destra

ID Articolo: 826 - Pubblicato il: 21 giugno 2011
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi


Leggiamo su Cafè Psicologico una notizia interessante e divertente. Secondo uno studio del giapponese Matia Okubo soggetti destrimani, se invitati e calorosamente motivati  a vedere un film, mostrano una spiccata preferenza per i posti a sedere localizzati nel lato destro della sala. Questo fenomeno non si osserva nei soggetti mancini e negli ambidestri e scompare del tutto nei soggetti destrimani non motivati alla visione del film.

Okubo ha osservato questo comportamento in un esperimento condotto su 200 studenti. Dopo avere accertato la dominanza manuale dei soggetti, agli studenti veniva detto che di li a poco avrebbero visto un film. A una parte di loro era stato detto che il film che si apprestavano a vedere aveva avuto ottime recensioni, mentre alla restante parte di studenti era stato detto che il film aveva avuto pessime recensioni. Gli studenti mancini e ambidestri in nessuna delle due condizioni avevano mostrato preferenze tra destra e sinistra nella scelta dei posti, mentre il 74% degli studenti destrimani altamente motivati a vedere il film ha scelto di sedersi alla destra dello schermo; ma questa preferenza nella scelta dei posti si annullava se i soggetti destrimani non sono motivati a vedere il film.

La spiegazione? Occorre ripassare un po’ di psicologia fisiologica. L’emisfero destro è più abile del sinistro nell’elaborazione delle informazioni visive ed emotive e questa supremazia è molto più marcata nei soggetti destrimani, rispetto a quanto avvenga nei mancini e negli ambidestri. Secondo Okubo, i destrimani desiderano ottimizzare la capacità di elaborazione delle informazioni visive/emotive. Per questo essi tendono a preferire i posti a sedere alla destra dello schermo del cinema in modo che l’input visivo raggiunga preferibilmente l’emicampo sinistro e venga così elaborato dall’emisfero destro. E se l’input visivo fosse ritenuto poco rilevante? In concreto: e se il film non fosse ritenuto interessante? In questo caso sarebbe poco economico per il nostro cervello  ottimizzare la processazione delle informazioni. E quindi un posto a sedere varrebbe l’altro.

Okubo, M. (2010). Right movies on the right seat: Laterality and seat choice. Applied Cognitive Psychology, 24, 90-99.

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 1, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Messaggio pubblicitario