Neuroscienze

Condividi

Articoli

Gli effetti della privazione materna su cervello e capacità cognitive
Neuroscienze Psicologia

Gli effetti della privazione materna su cervello e capacità cognitive

I bambini esposti a privazione materna, separazioni e stress sarebbero più predisposti a malattie mantali, dipendenze e perfino schizofrenia in età adulta

Il talamo: anatomia e funzioni – Introduzione alla Psicologia
Neuroscienze Psicologia

Il talamo: anatomia e funzioni – Introduzione alla Psicologia

Il talamo è una sorta di “sorvegliante” che concorre a decidere quali sono le emozioni e i pensieri consentiti. Valuta inoltre il grado di coerenza delle informazioni rispetto a quanto appreso in passato ed è perciò responsabile della creazione dei modelli, valori e obiettivi che regolano il nostro comportamento.

Come può la musica aiutare i pazienti affetti da Alzheimer o da altre forme di demenza?
Neuroscienze

Come può la musica aiutare i pazienti affetti da Alzheimer o da altre forme di demenza?

Le persone affette da malattia di Alzheimer, o da altre forme di demenza, si trovano di fronte a un mondo sconosciuto che causa disorientamento e ansia. Nuove evidenze scientifiche suggeriscono che la musica potrebbe rendere questi sintomi più gestibili e migliorare la qualità di vita di questi pazienti.

Perché la flora batterica influenza il nostro comportamento?
Neuroscienze Psicologia

Perché la flora batterica influenza il nostro comportamento?

Numerosi studi mostrano gli effetti dei microorganismi intestinali sul cervello e sul comportamento; per descrivere questa relazione hanno coniato il termine: asse microbiota-intestino-cervello. In particolare, sono stati evidenziati degli effetti sui sintomi ansiosi e depressivi sia negli animali che negli umani.

Trattamento delle fobie: è possibile utilizzare la tecnica dell’esposizione senza che il paziente ne sia consapevole?
Neuroscienze Psicoterapia

Trattamento delle fobie: è possibile utilizzare la tecnica dell’esposizione senza che il paziente ne sia consapevole?

Un recente studio ha dimostrato che si può usare la risonanza magnetica funzionale (fMRI) per creare un nuovo metodo basato sull’attivazione e sul rinforzo neurale in grado di ridurre le risposte fisiologiche caratteristiche della fobia specifica, ottenendo lo stesso risultato dell’uso della tecnica dell’esposizione.

Violenza online e cyberbullismo: un’ipotesi neuroscientifica e le prospettive di intervento
Neuroscienze Psicologia

Violenza online e cyberbullismo: un’ipotesi neuroscientifica e le prospettive di intervento

Studi recenti nell’ambito delle neuroscienze suggeriscono che il fenomeno del cyberbullismo potrebbe essere il risultato di un deficit nel sistema di neuroni specchio, responsabile delle nostre risposte empatiche, dovuto al tempo sempre maggiore trascorso online dagli adolescenti invece che in relazioni reali.

Oltre la fragilità psicologica: la genetica del suicidio
Neuroscienze Psichiatria Psicologia

Oltre la fragilità psicologica: la genetica del suicidio

Molte ricerche da oltre trent’anni hanno riscontrato come il suicidio presenti anche delle determinanti biologiche. E’ stata dimostrata e constatata infatti l’implicazione genetica del sistema serotoninergico nel comportamento suicidario.

Adolescenza: i cambiamenti nel comportamento sociale sono dovuti agli ormoni? – FluIDsex
Neuroscienze Psicologia

Adolescenza: i cambiamenti nel comportamento sociale sono dovuti agli ormoni? – FluIDsex

Una ricerca condotta nell’Università di Buffalo ha cercato di capire se in adolescenza sono i cambiamenti ormonali dovuti alla pubertà a determinare il passaggio a nuovi comportamenti sociali.

Yoga e ritmo di respirazione: perchè aiutano a gestire ansia e paura
Neuroscienze Psicologia

Yoga e ritmo di respirazione: perchè aiutano a gestire ansia e paura

Recenti studi hanno mostrato che attraverso la respirazione regolata dalla pratica di meditazione e dallo yoga, alcune aree cerebrali reagiscono aiutandoci a gesitre ansia e paura.

Mancanza di coordinazione tra aree cerebrali? Possibile causa di disturbi dell’attenzione
Neuroscienze

Mancanza di coordinazione tra aree cerebrali? Possibile causa di disturbi dell’attenzione

Secondo un recente studio, la mancanza di sincronizzazione tra corteccia prefrontale e ippocampo può portare a disturbi seri, tra cui il disturbo dell’attenzione.

Gravidanza e infiammazione: quali conseguenze potrebbero esserci nei bambini?
Neuroscienze Psicologia

Gravidanza e infiammazione: quali conseguenze potrebbero esserci nei bambini?

Gravidanza: un recente studio fatto a Portland, in Oregon, costituisce un importante passo in avanti per la comprensione di come un’infiammazione può influire su sviluppo cerebrale e salute mentale del bambino

La genitorialità: una visione neuroscientifica
Neuroscienze Psicologia

La genitorialità: una visione neuroscientifica

Il team di ricerca dell’Howard Hughes Medical Institute ha scoperto un gruppo di neuroni che determina una diversa risposta nel comportamento genitoriale in maschi e femmine. Lo studio, condotto sui roditori, apre prospettive interessanti rispetto all’indagine dello stesso comportamento anche nell’uomo.

Il sistema limbico – Introduzione alla Psicologia
Neuroscienze Psicologia

Il sistema limbico – Introduzione alla Psicologia

Cosa è il sistema limbico? Quali sono le sue componenti? Quali importanti funzioni svolge? Un approfondimento teorico sul sistema implicato nella regolazione delle emozioni, nella costruzione dei ricordi e in tanto altro.

Neurobiologia dell’ingiustizia. Cosa succede nel nostro cervello quando siamo vittime o spettatori di un comportamento ingiusto?
Neuroscienze Psicologia

Neurobiologia dell’ingiustizia. Cosa succede nel nostro cervello quando siamo vittime o spettatori di un comportamento ingiusto?

In una recente ricerca sono stati indagati i meccanismi psicologici e neurologici alla base delle scelte punitive o riparative espresse a seguito di un’ ingiustizia, un tema così profondamente legato all’esperienza umana, ma ancora poco indagato dal punto di vista neurobiologico.

Disturbi del comportamento dirompente: tratti calloso-anemozionali e basi neurali
Neuroscienze Psicologia

Disturbi del comportamento dirompente: tratti calloso-anemozionali e basi neurali

Da un punto di vista neuroscientifico, sono stati condotti molti studi che hanno suffragato l’ipotesi di una causa biologica alla base dell’insorgenza dei Disturbi del Comportamento Dirompente. Tuttavia anche l’ambiente ha un ruolo chiave nella genesi e nell’evoluzione di questi disturbi.

Correlazioni fra quantità e qualità del sonno e performance scolastiche nell’adolescenza
Neuroscienze Psicologia

Correlazioni fra quantità e qualità del sonno e performance scolastiche nell’adolescenza

Molti adolescenti vivono una condizione di deprivazione del sonno nel corso della settimana. Tali variazioni relative alla quantità e alla qualità del sonno si ripercuotono sul rendimento scolastico: molte ricerche hanno evidenziato come dormire poco sia correlato a scadenti performance scolastiche.

Memoria di lavoro: quali sono i suoi limiti
Neuroscienze Psicologia

Memoria di lavoro: quali sono i suoi limiti

La nostra memoria di lavoro, cioè la capacità di mantenere in memoria più informazioni contemporaneamente, è limitata nel tempo. Secondo un recente studio ciò dipenderebbe dal coinvolgimento di alcune aree cerebrali e dal modo in cui queste interagiscono tra loro.

La CBT è efficace nei pazienti con malattia di Charcot-Marie-Tooth (CMT)?
Neuroscienze Psichiatria Psicoterapia

La CBT è efficace nei pazienti con malattia di Charcot-Marie-Tooth (CMT)?

La Terapia Cognitivo-Comportamentale (CBT) si sta rivelando un trattamento efficace per trattare depressione ed insonnia anche nelle persone affette da malattia di Charcot-Marie-Tooth

Messaggio pubblicitario DEFAULT SU NETWORK FORMAZIONE
Messaggio pubblicitario NETWORK CLINICA 2 - footer right
Diventare Psicoterapeuta

Messaggio pubblicitario