L’integrazione tra la Stimolazione Magnetica Transcranica (TMS) e la Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale: intervista a Sandra Sassaroli e Giovanni Maria Ruggiero

TMS & Psicoterapia CBT: Sandra Sassaroli e Giovanni Maria Ruggiero rispondono alle nostre domande sul trattamento integrato di TMS e Psicoterapia Cognitivo Comportamentale

ID Articolo: 170693 - Pubblicato il: 16 dicembre 2019
L’integrazione tra la Stimolazione Magnetica Transcranica (TMS) e la Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale: intervista a Sandra Sassaroli e Giovanni Maria Ruggiero
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

La Stimolazione Magnetica Transcranica (TMS) si associa a un miglioramento del tono dell’umore, delle capacità cognitive, di padronanza di sé e di auto regolazione. In sinergia con la psicoterapia produce i risultati migliori.

 

Messaggio pubblicitario La redazione di State of Mind ha intervistato Sandra Sassaroli e Giovanni Maria Ruggiero, direttori scientifici dello Studio Clinico San Giorgio dove viene offerto il trattamento integrato di Farmacoterapia, Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale e Stimolazione Magnetica Transcranica (TMS, transcranial magnetic stimulation), una metodica di neuromodulazione cerebrale che si è dimostrata efficace anche quando trattamenti precedenti non hanno dato risultati soddisfacenti.

 

SoM: Cos’è la stimolazione magnetica transcranica?

La Stimolazione Magnetica Transcranica (TMS) è una tecnica non invasiva di stimolazione magnetica e non elettronica del tessuto cerebrale. Si effettua posizionando dei magneti sulla cute. La stimolazione è leggera e non avvertita dal soggetto che non ha bisogno di anestesia.

SoM: In che modo si può integrare con la psicoterapia? Che cosa aggiunge la psicoterapia alla TMS?

La TMS si associa a un miglioramento del tono dell’umore, delle capacità cognitive, di padronanza di sé e di auto regolazione. Queste due ultime funzioni sono anche il bersaglio di mote psicoterapie, a cominciare da quella cognitivo comportamentale. La somministrazione prolungata della TMS la rende indicata per un suo uso integrato con cicli di psicoterapia di durata analoga o leggermente maggiore. Il fatto che i due trattamenti agiscano sulle stesse funzioni mentali indica che il loro uso contemporaneo possa avere una efficacia aggiunta.

SoM: Per quali disturbi è efficace?

L’utilizzo della TMS è stato approvato dalla Food and Drug Administration (FDA) nel trattamento della depressione resistente ad altri trattamenti. È inoltre indicata anche per il disturbo di panico, il disturbo d’ansia generalizzata, il disturbo ossessivo compulsivo e le dipendenze da sostanze.

SoM: Ci si sono delle evidenze scientifiche?

Messaggio pubblicitario Vi sono una serie di pubblicazioni che riportano le evidenze scientifiche a favore dell’efficacia della TMS e che sono riassunte da Bersani, Minichino, Enticott e colleghi nell’articolo Deep transcranial magnetic stimulation as a treatment for psychiatric disorders: a comprehensive review, pubblicato nel 2013 sulla rivista European Psychiatry

SoM: Ci sono effetti collaterali come può accadere con i farmaci?

La TMS è una tecnica non invasiva, ed è pertanto priva di rischi ed effetti collaterali.

SoM: Come è organizzato il percorso di cura?

I protocolli di stimolazione attualmente usati prevedono sedute quotidiane per cinque giorni alla settimana, replicate per tre fino a sei settimane con successive sedute di richiamo finalizzate a consolidare i risultati ottenuti.

SoM: Perché un paziente dovrebbe decidere di fare la TMS e non solo una psicoterapia normale?

La TMS è particolarmente indicata per le forme di sofferenza emotiva resistente alla sola psicoterapia. Inoltre si può scegliere la TMS per ottenere un livello di efficacia aggiunta rispetto alla psicoterapia da sola.

 

 


Studio Clinico San Giorgio - TMS Stimolazione Magnetica Transcranica - MIlano e Viverone. LOGOStudio Clinico San Giorgio: neuropsichiatria, TMS e psicoterapia si incontrano

Dipendenze e disturbi emotivi generano un forte disagio individuale e sociale, con drammatiche ricadute sulla qualità della vita dei pazienti e delle loro famiglie.

Lo Studio Clinico San Giorgio tratta queste psicopatologie con terapie innovative, mirate e personalizzate che hanno effetti prolungati nel tempo.

Specializzazioni complementari e integrazione multidisciplinare

Studi Cognitivi è il leader italiano nel campo della cura, della formazione e della ricerca in psicoterapia cognitivo-comportamentale, con nove sedi situate in tutta Italia; la Casa di Cura San Giorgio è una clinica neuropsichiatrica, che dà assistenza e cura in regime convenzionato con il SSN con sede a Viverone, in Piemonte. Insieme sono un nuovo punto di riferimento per innovazione, ricerca, psicoterapia e TMS.

Lo Studio Clinico San Giorgio offre percorsi integrati di cura per le dipendenze, la depressione maggiore e farmacoresistente, il disturbo ossessivo-compulsivo e la Sindrome di Tourette, avvalendosi di un’ampia gamma di servizi di assistenza psicologica e psichiatrica, sia in ambulatorio che in day-hospital. L’aspetto più innovativo del trattamento è certamente nell’utilizzo integrato di più discipline, come farmacoterapia, psicoterapia cognitivo-comportamentale e Stimolazione Magnetica Transcranica (TMS, transcranial magnetic stimulation), una metodica di neuromodulazione cerebrale che si è dimostrata efficace anche quando trattamenti precedenti non hanno dato risultati soddisfacenti.

I pazienti sono seguiti da un’équipe composta da psichiatri e psicoterapeuti. Le apparecchiature per la stimolazione transcranica sono affidate a tecnici altamente specializzati.

Il paziente va compreso e accompagnato passo dopo passo

Il percorso terapeutico consiste nella valutazione diagnostica e clinica della condizione psicopatologica del paziente, con il quale viene poi condiviso un programma di cura psicoterapeutico, neurologico e farmacologico specificatamente studiato.

Il contatto con la struttura avviene sia per iniziativa personale del paziente sia su consiglio di un medico di medicina generale, medico specializzato, psicologo o psicoterapeuta. L’accettazione può richiedere un incontro per approfondire le informazioni e motivazioni cliniche del paziente e valutare l’effetto di eventuali percorsi psicoterapeutici individuali già intrapresi, con l’obiettivo di integrare le terapie precedenti con gli interventi futuri.

Alla conclusione del trattamento e in follow up i medici o i terapeuti riceveranno i protocolli utilizzati e i risultati ottenuti. La valutazione degli esiti nel tempo è parte integrante del servizio, sia per fornire un riscontro oggettivo al paziente e all’inviante, sia per valutare l’efficacia del servizio stesso, acquisendo informazioni utili ad affinare nel tempo le procedure migliorandone l’efficacia.

Contatti:

 

SCARICA LA BROCHURE SCARICA LA CARTA DEI SERVIZI

Studio Clinico San Giorgio Team SoM

 

MODULO CONTATTI ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
VOTA L'ARTICOLO
(voti: 8, media: 3,00 su 5)

Consigliato dalla redazione

Stimolazione Magnetica Transcranica applicazioni ed efficacia - Intervista

Quando la psicopatologia è resistente ai trattamenti: il ricorso alla TMS e alle terapie di neuromodulazione – Intervista al Dott. Mazzarino

Intervista al Dott. M. Mazzarino per conoscere meglio l'argomento Stimolazione Magnetica Transcranica, le sue applicazioni cliniche e la sua efficacia

Bibliografia

State of Mind © 2011-2020 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario