Psicologia dei New Media

Tutti gli articoli e le informazioni su: Psicologia dei New Media. Psicologia - State of Mind

Leggi tutti gli articoli che parlano di Psicologia dei New Media
Condividi

PSICOLOGIA DEI NEW MEDIA

Psicologia dei new media - Immagine: 62230652

 

ARGOMENTI CORRELATI:

Articoli su Psicologia dei New Media

Correlazione tra uso di smartphone e sintomi ansiosi
Psicologia

Correlazione tra uso di smartphone e sintomi ansiosi

L’uso dello smartphone è imprescindibile nella nostra vita quotidiana ma è importante fare attenzione all’utilizzo che si fa di questi dispositivi. Sembra infatti che chi usa in modo massiccio lo smartphone ha piu probabilità di soffrire di disturbi somatici, insonnia, ansia e depressione.

Social network e salute: la qualità dell’uso conta di più della frequenza d’uso
Attualità Psicologia

Social network e salute: la qualità dell’uso conta di più della frequenza d’uso

L’uso problematico dei Social Network non è ancora stato riconosciuto come una dipendenza, ma molti studiosi stanno cercando di capire i contorni del fenomeno, l’identikit dello user problematico, se c’è predisposizione e le possibili conseguenze sullo stato di benessere psico-fisico.

Crescere offline e online: adolescenza, sviluppo del sé e identità virtuale nel mondo di oggi
Psicologia

Crescere offline e online: adolescenza, sviluppo del sé e identità virtuale nel mondo di oggi

Adolescenza e identità virtuale: oggi i ragazzi in questa fase di crescita possono sperimentare sul web diverse identità, senza avere una funzione specchio concreta nell’altro, come accade invece nella realtà.

Ama il tuo smartphone come te stesso. Essere più felici al tempo dei social grazie alla digital mindfulness (2017) di P. Subioli – Recensione del libro
Attualità Psicologia

Ama il tuo smartphone come te stesso. Essere più felici al tempo dei social grazie alla digital mindfulness (2017) di P. Subioli – Recensione del libro

Ama il tuo smartphone come te stesso. Essere più felici al tempo dei social grazie alla digital mindfulness, il nuovo libro di Paolo Subioli, apre la strada a nuove concettualizzazioni e applicazioni della mindfulness con lo scopo di promuovere un nuovo modo di vivere questo mondo digitale.

“Non sono un algoritmo” – Book Trailer di Claudio Lombardo
Psicologia

“Non sono un algoritmo” – Book Trailer di Claudio Lombardo

In Non sono un algoritmo, Claudio Lombardo cerca di rispondere a più domande inerenti alla reciprocità comunicativa tra uomo e robot, aprendosi poi ad una riflessione su come le innovazioni tecnologiche hanno cambiato i metodi di indagine, di analisi e le teorie in campo psicologico.

Come internet sta cambiando le nostre amicizie
Attualità Psicologia

Come internet sta cambiando le nostre amicizie

Oggi le relazioni sociali vengono coltivate anche attraverso i social media. Ciò rappresenta un’evoluzione naturale, dovuta al massiccio uso delle nuove tecnologie nella nostra vita.

Multitasking e media multitasking: gli effetti su lavoro e apprendimento
Psicologia

Multitasking e media multitasking: gli effetti su lavoro e apprendimento

Multitasking e media multitasking: il criterio per stabilire se siamo più o meno efficaci potrebbe dipendere dal tipo di compito che eseguiamo in parallelo. Intanto, alcuni ricercatori hanno studiato gli effetti sull’apprendimento dell’uso del media multitasking a scuola

Un selfie al giorno toglie lo psicologo di torno: gli effetti positivi della condivisione di foto sui social network
Psicologia

Un selfie al giorno toglie lo psicologo di torno: gli effetti positivi della condivisione di foto sui social network

Secondo un recente studio, pubblicare una propria foto al giorno sui social network favorirebbe l’adozione di un atteggiamento riflessivo verso se stessi e tale atteggiamento è ritenuto dagli utenti stessi una forma di miglioramento del proprio benessere.

Social media: quale correlazione con i sintomi di depressione
Psicologia

Social media: quale correlazione con i sintomi di depressione

Ricerche recenti mostrano l’esistenza di una correlazione tra l’uso dei social media e un aumento dei casi di depressione. Sebbene non sia chiara la relazione causale tra le due variabiali, i risultati ci danno alcune prime informazioni su come i social media possono agire sulla mente umana.

Facebook e autostima. L’immagine che abbiamo di noi stessi influenza i contenuti che mettiamo online
Attualità Psicologia

Facebook e autostima. L’immagine che abbiamo di noi stessi influenza i contenuti che mettiamo online

Chi non ha un’elevata autostima sembrerebbe non voler condividere su Facebook contenuti che rappresentino un’immagine reale di sé, preferendo invece immagini e post strategici che mostrano solo i propri aspetti migliori per attirare più like e aumentare il proprio benessere psicologico.

Social Network delle mie brame, chi è il più fragile del reame?
Attualità Psicologia

Social Network delle mie brame, chi è il più fragile del reame?

Come si strutturano le relazioni sociali attraverso i Social Network? Quanto e come i Social contribuiscono all’equilibrio della nostra identità? Il punto di vista psicodinamico

Fake news: perché le notizie false viaggiano più veloci di quelle vere su Twitter?
Attualità Psicologia

Fake news: perché le notizie false viaggiano più veloci di quelle vere su Twitter?

Le notizie false hanno una probabilità di essere ritwittate del 70% rispetto a quelle notizie confermate e con fondamento. Sono proprio gli account di utenti reali, anziché automatici, ad alimentare questa tendenza, dimostrando come la causa della diffusione di notizie false sia dovuta al comportamento umano.

Nulla sfugge ai social: una spinta gentile per ricordarlo
Attualità Psicologia

Nulla sfugge ai social: una spinta gentile per ricordarlo

Oggi le persone sono perennemente connesse a internet, immersi in un costante flusso di foto, video e chat. La cura di tutti questi dati personali è affidata a internet, che opera una condivisione di informazioni in cui la distanza scompare e i dati sono in realtà allo scoperto, come la

L’uso quotidiano di videogiochi violenti non ha effetti a lungo termine sull’aggressività dei giocatori adulti
Psicologia

L’uso quotidiano di videogiochi violenti non ha effetti a lungo termine sull’aggressività dei giocatori adulti

Uno studio ha dimostrato come l’uso quotidiano dei videogames violenti non abbia nessun effetto rispetto ai livelli di aggressività, empatia, competenze interpersonali, impulsività, ansia, umore e controllo esecutivo negli adulti.

Realtà virtuale: cos’è e come può essere utilizzata in psicoterapia?
Psicologia Psicoterapia

Realtà virtuale: cos’è e come può essere utilizzata in psicoterapia?

La realtà virtuale può rappresentare un valido strumento di aiuto in psicoterapia, sia per il terapeuta che per il paziente. Diverse le tipologie di disturbi che hanno beneficiato dell’inserimento di tale strumento nel trattamento, dall’ansia, ai disturbi alimentari, fino alle tecniche di gestione dello stress.

Dall’ansia al rischio di suicidio: le conseguenze del cyberbullismo sulla salute mentale
Attualità Psicologia

Dall’ansia al rischio di suicidio: le conseguenze del cyberbullismo sulla salute mentale

Tre le conseguenze psicologiche legate al cyberbullismo vi sono ansia, depressione e nei casi più estremi il suicidio. E’ pertanto necessario comprendere il ruolo della vittimizzazione connessa al cyberbullismo con il fine di offrire un adeguato supporto psicosociale a chi ne viene colpito.

Social media e minori. Un convegno di studi a Palermo – Report dall’evento
Attualità Psicologia

Social media e minori. Un convegno di studi a Palermo – Report dall’evento

Tema del Convegno “Comunicazione e minori” svoltosi lo scorso 9 marzo a Palermo è stato il complesso rapporto tra minori e tecnologia. Psicologi e giuristi hanno delineato rischi e opportunità del Web, sottolineando quanto la terapia possa essere di supporto verso un uso consapevole degli strumenti tecnologici.

Salute in digitale: le app per il benessere psicologico
Attualità Psicologia Psicoterapia

Salute in digitale: le app per il benessere psicologico

Woebot, di matrice cognitivo-comportamentale, è l’app che chiede alle persone come si sentono attraverso brevi conversazioni quotidiane. Anche Shim è un’app creata per fornire supporto secondo le linee dell’approccio CBT. Tuttavia questi strumenti non possono e non devono sostituirsi alla terapia.

Messaggio pubblicitario DEFAULT SU NETWORK FORMAZIONE
Messaggio pubblicitario NETWORK CLINICA 2 - footer right

Messaggio pubblicitario