Accettazione della malattia

Oltre ai fattori fisici della malattia, vi sono anche fattori psico-sociali che impattano sulla salute e sulla qualità di vita delle persone affette da malattie croniche e/o degenerative. Per questo è importante strutturare interventi terapeutici volti a raggiungere una migliore accettazione della malattia

Leggi tutti gli articoli che parlano di Accettazione della malattia
Condividi

Le persone affette da malattie terminali o i pazienti con patologie croniche e/o degenerative si trovano a dover fare i conti con una realtà difficile da accettare: oltre ai fattori fisici determinati dalla malattia, vi sono anche fattori psico-sociali che impattano sulla salute e sulla qualità di vita di queste persone. Per questo motivo, si ritiene importante seguire il malato, oltre che da un punto di vista medico, anche a livello psicologico con interventi terapeutici volti a raggiungere una migliore accettazione della malattia.

Accettazione della malattia risvolti terapeutici ed effetti sulla qualita di vita

Cosa significa accettare la malattia

Messaggio pubblicitario Rispetto al concetto di accettazione, Karademas, Tsagaraki e Lambrou (2009) hanno raccolto alcune definizioni di accettazione della malattia, suggerendo diverse componenti: innanzitutto l’ accettazione della malattia implica “la resa nella futile lotta per fermare i pensieri automatici e intrusivi sulla malattia” (Hayes e Wilson, 1994) e “la sosta nella ricerca di una soluzione definitiva per i sintomi fisici”. Questo non significa arrendersi; piuttosto, significa reindirizzare le energie ai propri valori personali, che vanno oltre la semplice gestione della malattia (Risdon, Eccleston et al., 2003). In altre parole, accettazione della malattia significa “un ri-orientamento dell’attenzione verso altri aspetti della vita” (McCracken ed Eccleston, 2003). Un’ulteriore componente dell’ accettazione della malattia è la volontà di affrontare i vissuti difficili, come paura, imbarazzo, dolore e affaticamento, quando ciò consente di prendere parte ad attività gratificanti (McCracken ed Eccleston, 2003).

Uno studio di Ahlström e Sjöden (1996) offre supporto all’importanza dell’ accettazione: gli autori hanno infatti riscontrato che una “stoica” accettazione della malattia (nel loro studio si sono occupati in particolare di distrofia muscolare), fosse associata positivamente alla qualità di vita. Strategie di coping di non accettazione, invece, sono risultate negativamente correlate con la qualità di vita.

Un altro studio (Kratz, Hirsh et al., 2013) ha esaminato i modi di affrontare il dolore cronico: una maggiore accettazione della malattia e del dolore portava a un maggiore coinvolgimento in attività piacevoli ed era associata a una minore depressione e una migliore qualità di vita.

Teoria della flessibilità della risposta e accettazione della malattia

Un altro modello teorico ben consolidato, la teoria della flessibilità della risposta (Sprangers e Schwartz, 1999), concettualizza la qualità di vita come la misura in cui l’esperienza corrisponde alle aspettative e suggerisce che questa possa essere mantenuta anche nella malattia cronica, se le persone modificano le loro aspettative.

Messaggio pubblicitario NETWORK CLINICA L’introduzione del concetto di accettazione della malattia amplia questo modello, aggiungendo che lo svolgimento di attività piacevoli, permesso dalla capacità di accettare esperienze interiori come il dolore, l’ansia e l’imbarazzo, aiuta anche a mantenere alta la qualità di vita.

Immaginiamo ad esempio un padre che sviluppa una malattia muscolare e che precedentemente avesse espresso il desiderio di essere un genitore coinvolto, facendo sport con sua figlia. Ora, con la malattia, il contesto è cambiato e il padre potrebbe avere necessità di trovare nuovi modi per esprimere questo valore, ad esempio guardando lo sport con la figlia o aiutando la sua squadra. Può anche accadere però che queste nuove attività possano essere accompagnate da sentimenti comprensibili di perdita, turbamento o persino imbarazzo, e l’alternativa sarebbe l’evitamento di queste emozioni e il disimpegno da qualsiasi attività. Ci si aspetta che il primo approccio, in cui è presente una certa accettazione della malattia, dia luogo a una migliore qualità di vita rispetto al secondo approccio, quello evitante.

I modelli teorici discussi sopra identificano gli obiettivi utili a raggiungere l’ accettazione della malattia attraverso l’intervento psicologico: innanzitutto appare importante far acquisire al paziente un’efficace autogestione, che implica l’aderenza ai trattamenti disponibili; inoltre bisogna aiutare il paziente a modificare il proprio ambiente e il proprio stile di vita (ad esempio dieta, uso di alcol, sonno).

 

Risorse su State of Mind:

Bibliografia:

  • Karademas, E.C., Tsagaraki, A., Lambrou, N. (2009). Illness acceptance, hospitalization stress and subjective health in a sample of chronic patients admitted to hospital. Journal of Health Psychology, 14(8), 1243-1250.
  • Hayes, S.C., Wilson, K.G. (1994). Acceptance and commitment therapy: Altering the verbal support for experiential avoidance. The Behavior Analyst, 17(2), 289-303.
  • Risdon, A., Eccleston, C., Crombez, G., McCracken, L. (2003). How can we learn to live with pain? A Q-methodological analysis of the diverse understandings of acceptance of chronic pain. Social science & medicine, 56(2), 375-386.
  • McCracken, L.M., Eccleston, C. (2003). Coping or acceptance: what to do about chronic pain?. Pain, 105(1-2), 197-204.
  • Ahlström, G., Sjöden, P.O. (1996). Coping with illness-related problems and quality of life in adult individuals with muscular dystrophy. Journal of Psychosomatic Research, 41(4), 365-376.
  • Kratz, A.L., Hirsh, A.T., Ehde, D.M., Jensen, M.P. (2013). Acceptance of pain in neurological disorders: Associations with functioning and psychosocial well-being. Rehabilitation psychology, 58(1), 1.
  • Sprangers, M.A., Schwartz, C.E. (1999). Integrating response shift into health-related quality of life research: a theoretical model. Social science & medicine, 48(11), 1507-1515.

Articoli su Accettazione della malattia

Mamma Uovo. La malattia spiegata a mio figlio – Un cartone animato per spiegare la malattia oncologica ai più piccoli
Psicologia

Mamma Uovo. La malattia spiegata a mio figlio – Un cartone animato per spiegare la malattia oncologica ai più piccoli

Il cartone animato ‘Mamma Uovo. La malattia spiegata a mio figlio’ è realizzato per aiutare i genitori a parlare ai loro figli della malattia oncologica. Il video, attraverso l’uso di parole e di immagini, dà vita ad una favola pensata per bambini di ogni età.

Larsen di Caparezza: e il tuo acufene come lo chiami?
Psichiatria Psicologia

Larsen di Caparezza: e il tuo acufene come lo chiami?

Larsen, con il video uscito a maggio, fa parte dell’album Prisoner 709 di Caparezza. Nel testo e nelle immagini, molto potenti, il cantante racconta la tortura quotidiana dell’acufene.

Indicatori e interventi di miglioramento della qualità di vita e del benessere in pazienti con malattie neuromuscolari
Psicologia Psicoterapia

Indicatori e interventi di miglioramento della qualità di vita e del benessere in pazienti con malattie neuromuscolari

La qualità di vita nelle persone con malattie neuromuscolari sembra fortemente influenzata da fattori psico-sociali. Per questo motivo, sono stati sviluppati nuovi strumenti di valutazione del benessere e sempre di più sono le modalità di trattamento che comprendono anche un percorso psicoterapeutico.

Lucia, una storia di depressione vissuta all’ombra del vulcano – Un caso clinico trattato con la Terapia Metacognitiva Interpersonale.
Psicologia Psicoterapia

Lucia, una storia di depressione vissuta all’ombra del vulcano – Un caso clinico trattato con la Terapia Metacognitiva Interpersonale.

La depressione rimane il più comune disturbo psicologico tra i pazienti affetti da HIV. Sono molti gli studi che hanno indagato il trattamento di questo tipo di pazienti. Risultati recenti mostrano una buona efficacia nell’utilizzo di un approccio basato sulla Terapia Metacognitiva Interpersonale (TMI).

Il fine vita: aspetti psicologici, etici e giuridici – Report del convegno di Palermo
Attualità Psicologia

Il fine vita: aspetti psicologici, etici e giuridici – Report del convegno di Palermo

Il 7 aprile a Palermo si è tenuta la Giornata Nazionale FADOI-ANIMO del fine vita. Aspetto etico imprescindibile, il fine vita si traduce a livello medico, psicologico e sociale in diverse azioni dalle quali è impossibile prescindere per garantire sempre la dignitià e la qualità della vita del paziente.

Approcci psicoterapeutici per i pazienti affetti da sclerosi multipla
Neuroscienze Psicologia Psicoterapia

Approcci psicoterapeutici per i pazienti affetti da sclerosi multipla

La psicoterapia nella sclerosi multipla aiuta a ripristinare l’ equilibrio emotivo e relazionale del paziente, promuovendo le risorse personali e ambientali

Wonder: un film sulla diversità, l’inclusione e la famiglia – Recensione del film
Psicologia

Wonder: un film sulla diversità, l’inclusione e la famiglia – Recensione del film

Wonder è un film tratto dall’omonimo romanzo che parla di diversità, inclusione ma anche di famiglia, senso di sé e adolescenza.

Wonder: un film sentimentale su un bambino affetto da una deformazione facciale
Psicologia

Wonder: un film sentimentale su un bambino affetto da una deformazione facciale

Wonder è un film che narra di un bambino con una deformazione facciale che fa il suo ingresso alle scuole medie per la prima volta.

Ambulatorio di cardiologia pediatrica: un cuore che può rinascere
Psicologia

Ambulatorio di cardiologia pediatrica: un cuore che può rinascere

Negli ambulatori di cardiologia pediatrica si assiste spesso a un’inibizione delle emozioni da parte dei bambini malati ma anche delle loro famiglie.

Il supporto psicologico nel percorso riabilitativo
Psicologia

Il supporto psicologico nel percorso riabilitativo

Il sostegno psicologico in fase di riabilitazione favorisce l’accettazione della patologia e la relazione con l’equipe, sostenendo i vissuti del paziente

Acceptance and commitment therapy: uno studio pilota sull’assetto autonomico e le patologie cardiovascolari
Psicoterapia

Acceptance and commitment therapy: uno studio pilota sull’assetto autonomico e le patologie cardiovascolari

Uno studio pilota ha dimostrato come l’ ACT possa migliorare la qualità di vita e la prognosi di pazienti con malattia cardiovascolare.

Psiconcologia in adolescenza: il doppio dramma dell’accettazione della malattia e dei cambiamenti corporei
Psicologia Psicoterapia

Psiconcologia in adolescenza: il doppio dramma dell’accettazione della malattia e dei cambiamenti corporei

La psiconcologia in adolescenza si occupa di indagare i vissuti degli adolescenti oncologici e li aiuta ad accettare la malattia e i cambiamenti nel corpo.

Infezione da HIV: effetti psicologici e psicopatologie associate
Psicologia

Infezione da HIV: effetti psicologici e psicopatologie associate

Occorre prestare attenzione al benessere psicologico in persone con infezione da HIV, benessere minacciato dalle conseguenze di una malattia incurabile

La Terapia Metacognitiva Interpersonale per incrementare l’ adesione al trattamento in caso di malattie croniche
Psicoterapia

La Terapia Metacognitiva Interpersonale per incrementare l’ adesione al trattamento in caso di malattie croniche

La Terapia Metacognitiva Interpersonale potrebbe svolgere un ruolo importante nel promuovere l’ adesione al trattamento in persone con patologie croniche

Un castello di sabbia. Storie della mia vita e della mia schizofrenia (2013) – Recensione
Cultura Psichiatria

Un castello di sabbia. Storie della mia vita e della mia schizofrenia (2013) – Recensione

Il libro racconta l’autobiografia di Elyn Saks, la scoperta di essere affetta dalla schizofrenia e il difficile percorso di accettazione della malattia.

Il benessere psicologico di chi si sottopone ad un trapianto di cuore
Psicologia Psicoterapia

Il benessere psicologico di chi si sottopone ad un trapianto di cuore

Il trapianto di cuore può comportare sintomi di ansia, depressione, rabbia o sintomi post traumatici e per questo è necessario un percorso psicologico.

Il tumore in adolescenza: la battaglia degli adolescenti contro la malattia oncologica
Psicologia

Il tumore in adolescenza: la battaglia degli adolescenti contro la malattia oncologica

Se c’è qualcosa di davvero ingiusto, è ammalarsi di tumore in adolescenza. Gli adolescenti con tumore sono pazienti con bisogni particolari.

La malattia oncologica e l’impatto sulla famiglia: effetti ed interventi
Psicologia

La malattia oncologica e l’impatto sulla famiglia: effetti ed interventi

La malattia oncologica ha degli effetti sia sul paziente che sulla sua famiglia ed è importante prevedere degli interventi validi per tutta la famiglia.

Messaggio pubblicitario DEFAULT SU NETWORK FORMAZIONE
Messaggio pubblicitario NETWORK CLINICA 2 - footer right

Messaggio pubblicitario