Messaggio pubblicitario ISC - Workshop Janina Fisher - fino al 28 febbraio

Il modello ACT: un incontro formativo presso la Scuola Psicoterapia e Scienze Cognitive a Genova

la Scuola Psicoterapia e Scienze Cognitive di Genova offre un ciclo di incontri formativi e il terzo si terrà il 12 dicembre e verterà sul modello ACT.

Condividi

12 Dicembre 2017

Evento
Località Psicoterapia e Scienze Cognitive Genova
Via Domenico Fiasella, 16/4 16122 Genova


Vai alla mappa
Prezzo Gratuito
Telefono333/7498246; 349/5278218


Psicoterapia e Scienze Cognitive in associazione con Studi Cognitivi offre un ciclo di incontri formativi di confronto fra modelli. Gli incontri sono gratuiti e ogni incontro presenterà un modello specifico di intervento. Dopo un’introduzione teorica i docenti svolgeranno dal vivo una simulata sul medesimo caso clinico offrendo così la possibilità di un confronto diretto tra i modelli e mettendo in pratica la teoria.

 

Gli incontri si svolgeranno presso la Scuola Psicoterapia e Scienze Cognitive Via Domenico Fiasella, 16/4 a Genova. Il terzo incontro formativo del ciclo si terrà il 12 dicembre alle ore 18.00 con il dott. Andrea Bassanini e verterà sul modello ACT.

ACT (Acceptance  and  Commitment  Therapy)  è una forma di psicoterapia cognitivo comportamentale, con solide basi scientifiche (Hayes, 2004). Secondo la visione di Steven Hayes, la Acceptance and Commitment Therapy fa parte di un movimento più ampio, basato e costruito su precedenti terapie comportamentali e cognitivo- comportamentali, la cosiddetta “terza ondata”. Le terapie cosiddette di “terza ondata” sono caratterizzate da strategie di cambiamento su basi contestuali ed esperienziali (oltre agli aspetti più didattico-direttivi) e da una forte sensibilità  al contesto  dei  fenomeni  psicologici  e  non  alla loro forma o al loro contenuto. I concetti chiave della Acceptance and Commitment Therapy possono essere così riassunti: 1) La sofferenza psicologica è “normale” e adattiva,    è importante e accompagna ogni persona; 2) Non è possibile sbarazzarsi volontariamente della propria sofferenza  psicologica,  anche  se si possono prendere provvedimenti per evitare d’incrementarla artificialmente; 3) Dolore e sofferenza sono due cose differenti; 4) Si può vivere un’esistenza dettata dai propri “valori”, traiettorie e qualità della vita personali, iniziando da ora, rimanendo in contatto e impegnandosi nel momento presente; per farlo si dovrà imparare come uscire dalla propria mente ed “entrare nella propria vita”. I metodi di cui si avvale forniscono nuove modalità diverse per affrontare il disagio psicologico.

 

Per ragioni organizzative è gradita la richiesta di iscrizione agli incontri genova@psicoterapiaescienzecognitive.it

SCARICA LA BROCHURE


Come raggiungere l’evento

Torna in cima

State of Mind © 2011-2017 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario SCUOLA DI PSICOTERAPIA
Messaggio pubblicitario centro psicoterapia

Messaggio pubblicitario