La cura del silenzio (2017) – Kankyo Tannier racconta la sua esperienza di pratica meditativa come persona e psicoterapeuta

La cura del silenzio, di Kankyo Tannier del 2017, è un libro che recupera il valore del silenzio e della pratica meditativa. Pienissimo di consigli, esercizi, spunti meditativi e concetti importanti resi semplici, conduce il lettore verso il riappropiarsi della propria consapevolezza corporea.

ID Articolo: 155534 - Pubblicato il: 13 giugno 2018
La cura del silenzio (2017) – Kankyo Tannier racconta la sua esperienza di pratica meditativa come persona e psicoterapeuta
Messaggio pubblicitario SFU BANNE MAGISTRALE 2018-03
Condividi

Kankyo Tannier, in “La cura del silenzio”, racconta con molta umanità, leggerezza e a tratti un po’ di sana autoironia, la propria vita e la propria pratica meditativa, guidando il lettore in un mondo completamente nuovo e da scoprire.

 

Messaggio pubblicitario Il silenzio è d’oro diceva il proverbio. Quando ho iniziato a leggere le prime pagine di questo libro una delle cose che ho pensato è perché non venga istituito il cosiddetto “minuto di silenzio” come pratica quotidiana e universale, invece che dedicarlo solo a disgrazie nazionali o a lutti catastrofici.

Credo che anche l’autrice, Kankyo Tannier, potrebbe essere d’accordo quando scrive “Un minuto di silenzio strappato alle nostre giornate strapiene è come un piccolo ruscello che scende giù per la collina…e sapete dove va a finire!”.

Uno dei pregi di questo libro è il fatto di essere un racconto in prima persona, molto autentico e molto lontano dall’artificiosità di certa letteratura new age o mistica. Kankyo Tannier, monaca buddista della tradizione zen e psicoterapeuta, racconta la propria vita e la propria pratica meditativa con molta umanità, leggerezza e a tratti un po’ di sana autoironia.

In realtà è un libro tutt’altro che leggero, nel senso che è pienissimo di consigli, esercizi, spunti meditativi e concetti importanti resi semplici. Può essere consigliabile assaporarlo a poco a poco, intervallando le pagine con tanti respiri e cercando di mettere in pratica gli esercizi che vengono consigliati come l’osservazione della natura, il pasto consapevole (e silenzioso), la disintossicazione digitale (fino alla scomparsa digitale), la pausa visiva, il riappropriarsi della consapevolezza corporea. Il tutto al ritmo del bel motto delle 3 R e delle 3 S (Ripetere, ripetere, ripetere, sembra stupido ma serve!).

Messaggio pubblicitario NETWORK CLINICA Una delle parti più belle descrive il rapporto dell’autrice con i propri cavalli, che definisce i grandi silenziosi, che alleva in un monastero in Alsazia. Le nozioni più tipicamente derivate dal buddismo si integrano inoltre a tratti con altri concetti derivati dalla PNL e dell’ipnositerapia, in particolare quando l’autrice racconta della propria esperienza di terapeuta.

Quindi è un libro tutt’altro che silenzioso, anche se i consigli sul silenzio sono preziosi: “È proprio di questo che si tratta: reimparare ad ascoltare. Ascoltare il silenzio, lo spazio tra le parole, la calma nella tempesta e il fluire del tempo”.

 


Eyes wide open on the present moment – is it the limit? | Kankyo Tannier | TEDxAlsace

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 1, media: 5,00 su 5)

Consigliato dalla redazione

Pillole di…… Meditazione. - Immagine: © rudall30 - Fotolia.com

Pillole di…… Meditazione

Pillole di meditazione: un aiuto alla motivazione alla pratica meditativa che vacilla nella frenesia della vita moderna.
State of Mind © 2011-2018 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario DEFAULT SU NETWORK FORMAZIONE
Messaggio pubblicitario NETWORK CLINICA 2 - footer right

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Sono citati nel testo

Categorie