Messaggio pubblicitario

Maltese, un cantautore porzione “singolo”

Maltese è un cantautore che trasmette emozioni profonde con le sue canzoni e che pubblica un singolo alla volta anziché l'intero album.

ID Articolo: 152761 - Pubblicato il: 14 marzo 2018
Maltese, un cantautore porzione “singolo”
Condividi

Se un brano è figlio delle emozioni più profonde, allora Maltese ha trovato la “chiave” giusta per far musica d’autore: camminare, mano per mano con l’ascoltatore, su un viale dei sensi molto particolare, costruito da “porzioni singole” musicali.

 

Maltese: un cantautore che diffonde un nuovo modo di fare musica

Messaggio pubblicitario Maltese è un cantautore torinese, noto per aver firmato pezzi importanti tra cui il diffusissimo Déjà vu e il suo è un progetto che si chiama, appunto, Single Portion. Un nuovo ed originale modo di fare e diffondere musica, pubblicare un singolo alla volta anziché far uscire un intero album. E’ evidente, che il suo slancio artistico e poeticamente anarchico, si muove verso una fruizione più libera della musica.

Maltese non vuole perdere il contatto con la realtà. Non vuole snaturarsi. Non vuole perdersi. E , soprattutto, non vuole veicolare sensazioni anche solo in minima percentuale diverse da quelle provate nel momento in cui, ad anima pura e gambe incrociate sull’universo, le stava creando. Si, perché Maltese non accetta di scendere a patti con le fredde leggi della statistica o dell’economia. No. Lui vuole condividere le sue idee, ovviamente per quanto possibile, nella stretta imminenza in cui le ha partorite. Una scelta onesta, coraggiosa. Un giuramento di fedeltà nei confronti di chi, nelle sue canzoni, potrebbe ritrovare se stesso. Ecco. Io credo che questo modo di “vendere” la propria arte, sia l’unico possibile in un contesto in cui tutto tende a sporcarsi di ipocrisia, finzione, apparenza.

I messaggi della musica di Maltese

Maltese, con le sue “monoporzioni” musicali mette al mondo brani e mondi fantastici che si connettono, senza derivazioni sterili e fuorvianti, al suo imminente presente, spezzando le catene di un immaginario statico e sterile. Arriva con forza, allora, il suo messaggio quando – con il suo primo singolo La legge delle cose, disponibile sul suo canale youtube e su tutte le piattaforme social – prende le distanze, con consapevole coerenza, dall’idea illusoria dell’amore eterno, accogliendone l’essenza più vera, quella che si muove sul filo del cambiamento, del distacco, della volubilità della vita.

Messaggio pubblicitario NETWORK CLINICA Emblematico, il suo «Il mondo non si ferma tutto gira / tutto cambia questa è la Legge delle cose / non c’è respiro che sia eterno», passaggio intriso dal profumo dell’instabilità esistenziale. Ma anche in questo esporsi al vento della precarietà umana, torna a sorprendere, a fare un passo indietro. Torna più umano, più frangibile, quando supplica la sua donna di restare ancora al suo fianco, almeno «fino all’arrivo dell’inverno» per soddisfare l’esigenza terrena della condivisone. Del resto, sembra sussurrare alla sua compagna, se «hai già cambiato troppe volte la tua pelle per amore e con lo sguardo all’orizzonte hai perso l’ultima stagione» è solo per La legge delle cose, una regola astrusa che sconvolge progetti ma non uccide.

GUARDA IL VIDEO:

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 5, media: 3,80 su 5)

Consigliato dalla redazione

Mondovisione di Ligabue recensione - Psicologia e Musica - copyright Warner Music

Mondovisione di Ligabue: recensione - Psicologia & Musica

Un viaggio tra le sonorità del cantautore, tra i testi delle sue canzoni: il mondo non appare più sgualcito perche sono sempre i sogni a dare vita al mondo.
State of Mind © 2011-2018 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario DEFAULT SU NETWORK FORMAZIONE
Messaggio pubblicitario NETWORK CLINICA 2 - footer right

Si parla di

Diventare Psicoterapeuta

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Scritto da

Categorie