Messaggio pubblicitario

La forma dell’acqua oltre l’amore – Recensione del Premio Oscar 2018 di Guillermo del Toro

Nel film La Forma dell’acqua il regista parla di un amore che non ha forma, come l’acqua, inonda il cuore degli amanti e lo riempie con tutta la sua potenza. La pellicola è un capolavoro, non tanto per il tema che tratta ma per come viene trattato il tema dell’amore in tutta la sua complessità.

ID Articolo: 152760 - Pubblicato il: 14 marzo 2018
La forma dell’acqua oltre l’amore – Recensione del Premio Oscar 2018 di Guillermo del Toro
Condividi

Ne La Forma dell’acqua, Guglielmo del Toro riesce a spiegare la complessità dell’amore attraverso la semplicità delle immagini e con un linguaggio comprensibile ad ogni cuore, capace di lasciarci senza fiato.

 

Messaggio pubblicitario Poeti, cantanti, artisti e registi hanno provato in molti modi a mettere al centro delle loro opere l’ amore e la sua complessità. Biagio Antonacci  qualche anno fa cantava “L’amore comporta un linguaggio a sé stante, l’amore ti innaffia e ti mette le ali, ti toglie gli odori che hai preso per strada, pulisce e rinnova e vai su” e ancora Erich Fried nella sua poesia È quel che è diceva racconta così l’amore: “È assurdo dice la ragione È quel che è dice l’amore. È infelicità dice il calcolo Non è altro che dolore dice la paura È vano dice il giudizio È quel che è dice l’amore È ridicolo dice l’orgoglio È avventato dice la prudenza È impossibile dice l’esperienza È quel che è dice l’amore”.

Nel film La Forma dell’acqua il regista fa un salto di qualità: l’amore non ha forma, come l’acqua, inonda il cuore degli amanti e lo riempie con tutta la sua potenza. La pellicola è un capolavoro, non tanto per il tema che tratta ma per come viene trattato il tema dell’amore. È un film particolare, è orribile e al tempo stesso meraviglioso, mette lo spettatore nelle condizioni di non potersi muovere e di non riuscire a prendere parte. Non è un fantasy, non è un miusical, non è un thriller, non è una fiaba ma al tempo stesso contiene in sé sfumature di tutti i generi.

IL FILM CONTINUA DOPO IL TRAILER:

La forma dell’acqua e l’unicità della trama

La forma dell’acqua, il nuovo film di Guglielmo del Toro, è una dichiarazione d’amore all’umanità. Ritroviamo i buoni e i cattivi, da un lato coloro che considerano la creatura anfibia un mostro da uccidere e vivisezionare, coloro che sono spinti dal desiderio di potere e da una spinta orribile di crudeltà, che vogliono uccidere senza conoscere la diversità, dall’altro la protagonista, Elisa, una ragazza muta, che lavora nella base aereospaziale come donna delle pulizie e che si innamora di questa creatura meravigliosa. La storia può sembrare anche banale, ma nei dialoghi emergono delle considerazioni che lasciano senza fiato chi, almeno una volta, ha provato quel tipo di amore che come l’acqua non ha alcuna forma ma che si adatta, avvolge e travolge i due amanti senza alcuna considerazione razionale. Quando Elisa capisce che vogliono uccidere la splendida creatura, corre a casa dal suo unico amico e dopo aver fatto appello al senso di umanità e all’obbligo morale di ogni essere umano di non rimanere impassibile di fronte alle atrocità che si commettono, si abbandona in un dialogo che lascia senza fiato che spiega l’amore con una semplicità travolgente. La ragazza dice:

dare una forma alla purezza dell’amore attraverso la metafora dell’acqua ma sopratutto spiegare la complessità dell’amore attraverso la semplicità delle immagini e con un linguaggio comprensibile ad ogni cuore. 

Messaggio pubblicitario NETWORK CLINICA Struggente e appassionante il modo in cui attraverso il gioco di fotografie, colori e musica il regista sia riuscito a far penetrare nell’anima dello spettatore l’unione di un amore così diverso e al tempo stesso così completo. Questo film sorprende per la sua capacità di raccontare in modo semplice una storia d’amore che sembrerebbe destinata a non esistere fin dal primo istante e, attraverso essa, manda dei messaggi importanti sulla società contemporanea in cui l’accettazione della diversità sembra essere così lontana dalla realtà, anche a dispetto del riconoscimento di risorse meravigliose in un altro diverso da noi, e dunque anche sulla relazione con l’altro, su come spesso si dia importanza alle differenze e su come probabilmente l’amore vero sia estraneo a tutte quelle domande e dubbi su cui spesso ci concentriamo.

C’è ancora molto altro, c’è l’amore che cura, l’amore che ferisce ma che si prende la responsabilità di guarire le ferite che a volte in ogni relazione si procurano. C’è l’aggressività delle incomprensioni e un linguaggio tutto di coppia per riparare il danno. C’è il compromesso e la compassione per qualcuno che ha linguaggi e metodologie diverse dalle nostre. C’è l’importanza dell’amicizia, il bene dell’altro, la fiducia, la protezione, la volontà assoluta di non lasciare solo chi ami e di accompagnarlo verso la libertà. Nel finale un colpo di scena “il cattivo” capisce tutto e quando ormai tutto sembra perduto, i giochi fatti e l’amore distrutto ancora una volta lui, creatura anfibia con delle doti meravigliose, prende la sua amata e la rimette in vita. Il film si conclude con un messaggio che fa riflettere

incapace di percepire la tua forma ti ritrovo tutto attorno a me. La tua presenza mi riempie gli occhi del tuo amore, onora il mio cuore perché sei ovunque.

Il regista con questo film è riuscito in un’impresa difficilissima: dare una forma alla purezza dell’amore attraverso la metafora dell’acqua, ma sopratutto a spiegare la complessità dell’amore attraverso la semplicità delle immagini e con un linguaggio comprensibile ad ogni cuore.

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 7, media: 4,29 su 5)

Consigliato dalla redazione

La forma dell'acqua (2018) un film sull'amore oltre le diversita - Recensione

La forma dell'acqua (2018) di Guillermo del Toro: la psiche che condiziona il nostro sguardo sul mondo - Recensione del film

La forma dell'acqua, il nuovo film fantastico di Guillermo del Toro contiene un evidente messaggio: l’ amore non può essere fermato, può nascere ovunque e tra chiunque e il diverso
State of Mind © 2011-2018 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario DEFAULT SU NETWORK FORMAZIONE
Messaggio pubblicitario NETWORK CLINICA 2 - footer right

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Categorie