Messaggio pubblicitario ISC - Workshop Janina Fisher - fino al 28 febbraio

Il cliente (2016) di Aristide Tronconi – Recensione del libro

Il romanzo 'Il cliente' affronta il tema dell’ omosessualità e dell'omofobia, evidenziando le contraddizioni e i timori della società contemporanea

ID Articolo: 147688 - Pubblicato il: 28 agosto 2017
Il cliente (2016) di Aristide Tronconi – Recensione del libro
Messaggio pubblicitario SFU MAGISTRALE 09-2017 2
Condividi

Il romanzo Il cliente affronta il tema dell’ omosessualità che, contemplato attraverso grandi figure storiche, eroi e poeti, evidenzia le grandi contraddizioni e paradossi della società contemporanea che, impaurita dalla diversità, rigetta ciò che non riconosce per tutelarsi.

 

Protagonista de Il cliente è Marco, un uomo sposato di mezz’età. Affetto da dolori alla schiena che pregiudicano attività lavorativa e famigliare. Si affida alle cure di Alessandro, giovane fisioterapista. Il rapporto tra i due è dapprima convenzionale, professionista-cliente, ma a mano a mano che le sedute vanno avanti, dall’ iniziale dialogo formale prendono una piega introspettiva, quasi mimando un percorso di analisi reciproca che porterà ad una intimità maggiore e ad uno scambio di ruoli.

Messaggio pubblicitario Attraverso una scrittura scorrevole, il romanzo Il cliente con una chiave del tutto realistica affronta il tema dell’ omosessualità che, contemplato attraverso grandi figure storiche, eroi e poeti, evidenzia le grandi contraddizioni e paradossi della società contemporanea, le diverse difficoltà sulla presa di coscienza e accettazione del proprio “io” rapportate all’impreparato mondo che impaurito dalla diversità, rigetta ciò che non riconosce per tutelarsi.

Si rimanda molto ne Il cliente, come detto, al mito greco ma, l’ omosessualità è una tematica per la nostra società del tutto estranea alla naturalezza con cui si descrive nel De Rerum Naturae, citato da Marco. Dalla grecia ai giorni nostri, dalla naturale attrazione, l’ omosessualità è diventata prima “ devianza sessuale” e quindi inserita nel DSM (Diagnostic   and   statistical   manual   of   mental   disorders,   dall’American   Psychiatric  Associatio) e solo nel 1993 viene definito dalla psichiatria come un “orientamento sessuale” non patologico.

Il cliente: omosessualità e omofobia

Il problema principale per le persone omosessuali è l’ omofobia. Il termine omofobia compare nel 1972, nel libro di G. Weinberg “Society and the Healthy Homosexual”. La definizione di omofobia è:

paura irrazionale, l’intolleranza e l’odio perpetrati nei confronti delle persone omosessuali, gay e lesbiche, dalle società “eterosessiste”, che si rifanno a uno schema ideologico che nega, denigra e stigmatizza ogni forma di comportamento, identità, relazione o comunità di persone non eterosessuali.

La definizione attuale di omofobia è:

un insieme di emozioni e sentimenti quali ansia, disgusto, avversione, rabbia, paura e disagio che gli eterosessuali provano, consapevolmente o inconsapevolmente, nei confronti di gay e lesbiche (Hudson e Rickets, 1980).

Tutto questo si traduce in una grande difficoltà per le persone omosessuali che si ritrovano ad affrontare quotidianamente problematiche sociali e personali dovute all’ omofobia; a volte ciò può comportare difficoltà emotive quali aumento degli evitamenti, ansia, depressione, e difficoltà nel vivere una vita serena.

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 1, media: 5,00 su 5)

Articolo consigliato dall'autore

Vittorio Lingiardi - Citizen Gay - Copertina

Citizen Gay. Affetti e diritti (2016) di V. Lingiardi

A poca distanza dalla legge sulle unioni civili, Lingiardi pubblica un libro fondamentale sull’omosessualità dal punto di vista psicologico e politico

Bibliografia

  • Tronconi, A. (2016). Il cliente. 0111 Edizioni
State of Mind © 2011-2017 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario SCUOLA DI PSICOTERAPIA
Messaggio pubblicitario centro psicoterapia

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Categorie