Messaggio pubblicitario ISC - Workshop Janina Fisher - fino al 28 febbraio

Trauma, abuso e violenza (2017) di A. Onofri e C. La Rosa – Recensione del libro

Il libro 'Trauma, abuso e violenza' di Onofri e La Rosa è completo ed esaustivo: dalla definizione di trauma, alle conseguenze cliniche, fino alle terapie

ID Articolo: 146587 - Pubblicato il: 14 giugno 2017
Trauma, abuso e violenza (2017) di A. Onofri e C. La Rosa – Recensione del libro
Messaggio pubblicitario SFU MAGISTRALE 09-2017 2
Condividi

Il libro Trauma, abuso e violenza, uscito nel 2017, è un libro che prima di tutto descrive il concetto clinico di trauma, definizione tutt’altro che scontata e semplice.

 

Messaggio pubblicitario Antonio Onofri e Cecilia La Rosa scrivono di trauma. Il loro libro, uscito nel 2017, è Trauma, abuso e violenza. Libro che prima di tutto descrive il concetto clinico di trauma, definizione tutt’altro che scontata e semplice. Non è un mistero che per trauma si intendono non solo le situazioni estreme in cui la sopravvivenza è minacciata, ma anche il cosiddetto trauma complesso o condizione traumatica, situazione in cui episodi dolorosi si accumulano nel tempo sfociando in un’esperienza traumatica.

Questo aspetto è stato valorizzato dalla ricerca recente, che ha allargato l’area del trauma; e tuttavia è anche uno dei punti controversi dell’indubbio successo delle teorie del trauma, le quali sostengono che il trauma non sia solo connesso in modo privilegiato al disturbo post-traumatico da stress ma sembra doversi considerare un elemento trasversale di parte significativa della psicopatologia. Questa ipotesi è in parte credibile, in parte espone al rischio di un appiattimento teorico, clinico e terapeutico.

Tuttavia non è questa la sede giusta per discutere questo rischio. Qui è preferibile esporre la bontà del libro Trauma, abuso e violenza di Onofri e La Rosa, libro completo ed esaustivo. Alla sezione sulla definizione di trauma seguono i capitoli sui fattori protettivi e sui fattori di rischio al trauma e le conseguenze cliniche, comportamentali e neurologiche. Queste ultime si rifanno alla teoria polivagale di Stephen Porges.

Messaggio pubblicitario La sezione finale del libro Trauma, abuso e violenza è dedicata alle terapie, tra le quali emergono la cognitivo-comportamentale e la cosiddetta EMDR che sta per Eye Movement Desensitization and Reprocessing. Questa terapia si sta affermando come trattamento di elezione per il disturbo post-traumatico da stress ed è esposta con chiarezza nei suoi principi clinici e terapeutici da Onofri e La Rosa. Come è noto, l’EMDR è una procedura clinica molto formalizzata che comprende varie fasi specifiche, composte di elementi comuni con altre terapie, come la relazione terapeutica e la psico-educazione, di elementi specifici, che sono le stimolazione tramite induzione di movimenti oculari o di altro tipo, e gli elementi provenienti da altri paradigmi clinici: l’accertamento cognitivo, la ristrutturazione cognitiva, l’esposizione comportamentale graduale, l’abreazione, le libere associazioni, le metafore e le tecniche ipnotiche.

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 2, media: 5,00 su 5)

Articolo consigliato dall'autore

Imagery: come favorire la cura del trauma e della dissociazione

Imagery nella cura del trauma e della dissociazione

Il trattamento trifasico tramite imagery può essere molto utile con i pazienti traumatizzati che presentano la dissociazione della personalità.

Bibliografia

  • Onofri, A., La Rosa, C. (2017). Trauma, abuso e violenza. San Paolo Edizioni
State of Mind © 2011-2017 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario SCUOLA DI PSICOTERAPIA
Messaggio pubblicitario centro psicoterapia

Messaggio pubblicitario

Sono citati nel testo

Categorie