Messaggio pubblicitario

Violenza di coppia tra adolescenti: correlazione con abuso di droga e tentato suicidio

Negli adolescenti, alti livelli di violenza di coppia sembrano correlare con fenomeni a rischio quali abuso di alcol o droghe o tentativi di suicidio.

ID Articolo: 143406 - Pubblicato il: 13 febbraio 2017
Violenza di coppia tra adolescenti: correlazione con abuso di droga e tentato suicidio
Messaggio pubblicitario Università di Psicologia Milano - SFU 01-2017
Condividi

Secondo una nuova ricerca sulla violenza di coppia, gli adolescenti violenti verso i loro partner sono anche più propensi a pensare o tentare il suicidio, avere un’arma con cui minacciare gli altri e abusare di droghe o alcol.

 

Gli adolescenti che sono violenti verso i loro partner sono anche più propensi a pensare o tentare il suicidio, avere un’arma, portala con sé ed utilizzarla per minacciare gli altri, abusare di droghe o alcol rispetto ai coetanei non coinvolti in relazioni sentimentali violente. Questo è ciò che è stato evidenziato da una nuova ricerca condotta presso l’Università della Georgia.

 

Violenza di coppia: lo studio dell’Università della Georgia

Lo studio, pubblicato recentemente sul Journal of Youth and Adolescence, ha seguito un gruppo di 588 studenti provenienti dalla Georgia per sette anni consecutivi durante il loro percorso evolutivo attraverso scuola media e superiore.

Messaggio pubblicitario In questo periodo, gli studenti dovevano riferire eventuali esperienze di violenza di coppia come schiaffi, calci, pugni, graffi o spintoni agiti nei confronti del partner; se lo avessero spintonato contro un muro, gettato verso di lui un oggetto in grado di fargli del male o se avessero utilizzato un oggetto appositamente per ferirlo.

In un precedente studio, i ricercatori avevano identificato due gruppi all’interno del campione: gli studenti che non sono mai stati coinvolti in scontri violenti e violenza di coppia durante i sette anni di studio e gli studenti che presentavano una probabilità crescente di violenza. In termini numerici, due terzi degli studenti totali riferivano bassi o inesistenti livelli di violenza di coppia, in particolare fisica, all’interno della propria relazione e un terzo mostrava un aumento degli atti di aggressione fisica nei confronti del partner.

Gli studenti in questo secondo gruppo, secondo il nuovo studio, avrebbero dal doppio al triplo di probabilità maggiori di pensare o tentare il suicidio rispetto a quelli che hanno riportato bassi o inesistenti livelli di violenza fisica nella relazione sentimentale.

Più della metà degli studenti coinvolti in relazioni caratterizzate da violenza ha riferito di aver portato con sé un’arma almeno una volta durante il periodo di tempo analizzato, mentre meno di un terzo del gruppo di confronto ha riferito lo stesso.

Messaggio pubblicitario centro psicoterapia Quasi uno su ogni due studenti coinvolti in relazioni violente ha riferito di aver minacciato qualcuno con un’arma; al contrario, meno di uno studente su cinque nel gruppo non violento ha detto di aver usato un’arma per intimidire qualcuno.

Infine, entrambi i gruppi hanno mostrato un aumento dei livelli di utilizzo di alcol e marijuana nel corso dello studio.

Tuttavia, gli studenti del gruppo violento hanno riportato livelli più elevati di utilizzo delle sostanze e un utilizzo più continuativo durante i sette anni.

 

Violenza di coppia: l’importanza di un intervento tempestivo

La violenza di coppia è un grave problema di salute pubblica, come ha sottolineato Pamela Orpinas, autore principale dello studio e professore di Promozione e Comportamento della Salute presso il College of Public Health (Università della Georgia). “E’ un fenomeno che colpisce le persone sul momento a causa dell’aggressione, ma che ha anche profonde conseguenze a lungo termine” ha aggiunto.

Questo “gruppo di comportamenti problematici” è stato evidenziato fin dal primo anno di scuola media inferiore, il che significa che era possibile riscontrare diversi livelli di violenza, uso di droghe, pensieri suicidi e presenza di un’arma già dal primo anno di svolgimento della ricerca. Questo studio dimostra pertanto che è necessario agire molto presto, ancora prima del primo anno di scuola media inferiore, attraverso programmi di prevenzione che abbiano come target questo complesso gruppo di comportamenti.

 

 

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 2, media: 4,50 su 5)

Articolo consigliato dall'autore

Gli aspetti psicologi della violenza sessuale: dalla definizione di stupro ai date rapes

Gli aspetti psicologici della violenza sessuale: dalla definizione di stupro ai date rapes

Uno sguardo al fenomeno della violenza sessuale: dalla definizione di stupro, alle violenze più taciute come quelle oggi chiamate 'date rapes'

Bibliografia

State of Mind © 2011-2017 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario SCUOLA DI PSICOTERAPIA
Messaggio pubblicitario centro psicoterapia

Argomenti

Scritto da

Sono citati nel testo

Università e centri di ricerca

Categorie

Iscriviti alla Newsletter

Consigliaci su Facebook

Messaggio pubblicitario

Seguici su Twitter

fluIDsex – Identità & Sessualità

fluIDsex sessualità fluida

Messaggio pubblicitario

Segui il canale Youtube

Messaggio pubblicitario

Chi sta visualizzando questa pagina

1 utente