Relazione amorosa: emozioni, ricordi e sensi di colpa

Mi frequento con una ragazza da qualche mese, ma ogni volta che torna la mia ex in città, mi sorgono i dubbi... La domanda di Matteo a FluIDsex

ID Articolo: 142009 - Pubblicato il: 14 dicembre 2016
Relazione amorosa: emozioni, ricordi e sensi di colpa
Messaggio pubblicitario Università di Psicologia Milano - SFU 01-2017
Condividi

Mi frequento con una ragazza da qualche mese, ma ogni volta che torna la mia ex in città, mi sorgono i dubbi. Purtroppo so che la mia ex non è la persona adatta a me e vorrei smettere di pensare a lei. Era tutto per me ed ora che tutto è finito non mi sembra vero. Penso di essere egoista perché sto con la ragazza attuale solo perché ogni tanto sto bene, meglio che star soli.  

(Matteo)

 

Caro Matteo,

Messaggio pubblicitario Master - Positive Press non riassumerei tutta la questione nell’egoismo. Vivere un’intensa storia d’amore è un’esperienza che porta con sé innumerevoli stati d’animo, emozioni e ricordi. Quando questa relazione finisce non c’è da sorprendersi se emozioni e  ricordi legati ad una persona con cui si è condiviso tanto non svaniscono in 24 ore, ma anzi tornano alla mente ogni volta che vi sia un qualcosa, da una fotografia a un luogo alla persona stessa, che ci riporta indietro nel tempo.

Si ha la tendenza ad immergere la nostra mente in una situazione alla volta, in questo specifico caso in una relazione. Tendenza che fa vivere come sbagliati pensieri e reazioni che non lo sono. Infatti non c’è niente di male se, come nel tuo caso, pur frequentandosi con una nuova ragazza, la mente a volte ritorna alla relazione passata. Non è possibile decidere di cancellare le nostre memorie, si può solo imparare a riporle nel giusto cassetto dopo il tempo soggettivamente necessario per elaborarle.

Valentina Orlandi

 


 

HAI UNA DOMANDA? Clicca sul pulsante per scrivere al team di psicologi fluIDsex. Le domande saranno anonime, le risposte pubblicate sulle pagine di State of Mind.

La rubrica fluIDsex è un progetto della Sigmund Freud University Milano.

Sigmund Freud University Milano

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 5, media: 3,80 su 5)

Articolo consigliato dall'autore

Disturbo dell'identità di genere: credenze metacognitive e ansia

Disturbo dell'identità di genere, credenze metacognitive e livello di ansia

E' stato dimostrato come le credenze metacognitive abbiano un impatto sui sintomi ansiosi nella popolazione con disturbo dell'identità di genere. 
State of Mind © 2011-2017 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario SCUOLA DI PSICOTERAPIA
Messaggio pubblicitario centro psicoterapia

Argomenti

Scritto da

Categorie

Iscriviti alla Newsletter

Consigliaci su Facebook

Messaggio pubblicitario

Hai una domanda?

Chiedi agli Psicologi

Seguici su Twitter

fluIDsex – Identità & Sessualità

fluIDsex sessualità fluida

Messaggio pubblicitario

Segui il canale Youtube

Messaggio pubblicitario

Chi sta visualizzando questa pagina

1 utente