Intervista al Prof. Metin Basoglu, fondatore del Trauma Studies presso il King’s College di Londra

E' stato intervistato Metin Basoglu, fondatore del Trauma Studies presso il King's College di Londra sul trattamento Control-Focused Behavioral Treatment. 

ID Articolo: 118253 - Pubblicato il: 22 febbraio 2016
Intervista al Prof. Metin Basoglu, fondatore del Trauma Studies presso il King’s College di Londra
Messaggio pubblicitario SFU Banner 5 Agosto
Condividi

L’intervista è stata rivolta al professor Metin Basoglu, MD, PhD, fondatore ed ex direttore del Trauma Studies presso l’Istituto di Psichiatria del King’s College di Londra e fondatore del Centro di Ricerca e Terapia Comportamentale (DABATEM) di Istanbul, in Turchia.

READ THE INTERVIEW IN ENGLISH

Il professor Metin Basoglu è internazionalmente riconosciuto come un’autorità delle tematiche traumatiche inerenti guerre, torture, disastri naturali e nel trattamento dei sopravvissuti. Uno dei suoi obiettivi di carriera di guida è stato quello di sviluppare un modello di assistenza sanitaria, che potesse soddisfare le esigenze di assistenza psicologica di milioni di sopravvissuti al trauma di massa, in tutto il mondo. Il suo lavoro con i sopravvissuti al terremoto del 1999 in Turchia, ha portato allo sviluppo di un trattamento breve e in gran parte di auto-aiuto (Control-Focused Behavioral Treatment – CFBT) che è stato un passo importante verso tale modello di intervento.

1. Come fondatore di DABATEM, potrebbe descrivere perché è nato il Centro?

Eventi traumatici di massa, come guerre, disastri naturali, violenza politica e tortura, colpiscono milioni di persone in tutto il mondo. La maggior parte di esse ha poche possibilità di ottenere un’assistenza professionale. DABATEM è stata fondata nel 1995 con l’obiettivo di sviluppare un modello di salute mentale finalizzato a soddisfare le esigenze di grandi popolazioni superstiti. Tale compito è impegnativo e richiede interventi molto brevi, che possano anche essere auto-somministrati, senza alcun coinvolgimento terapeuta. Poiché nessuno dei trattamenti “evidence-based” sviluppati nel mondo occidentale è stato ritenuto adatto a questo scopo, abbiamo avuto bisogno di sviluppare un nuovo intervento.

2. Che cosa è questo intervento e qual è la sua base teorica?

Esso si basa sulla teoria dell’apprendimento, la quale afferma che lo stress traumatico è causata da un senso di impotenza indotto da eventi stressanti, imprevedibili e incontrollabili. L’evidenza mostra che l’evitamento cognitivo e / o comportamentale è fortemente associato ad ansia e impotenza. Ciò implica che aiutare una persona incrementando il senso di controllo, sull’ansia causata da esposizione a un trauma ricordato, ridurrebbe il senso di impotenza e porterebbe ad una remissione sintomatologica. Questa ipotesi è stata confermata da diversi studi clinici. A causa della sua attenzione al senso di controllo, abbiamo chiamato l’intervento Control-Focused Behavioral Treatment o CFBT in breve.

3. Come il CFBT è diverso da altri trattamenti che includono l’esposizione?

Il CFBT si basa su un paradigma teorico radicalmente diverso. A differenza di altri trattamenti che mirano alla riduzione dell’ansia, CFBT punta alla tolleranza dell’ansia o al miglioramento del senso di controllo dell’ansia. La riduzione dell’ansia non è un obiettivo realistico quando le persone devono affrontare continue minacce alla sicurezza. Si ha bisogno di un intervento di costruzione della resilienza che aumenti la capacità di tollerare o controllare l’ansia. CFBT è anche diverso dai trattamenti cognitivo-comportamentali volti a concentrarsi esclusivamente sulla prevenzione e che non prevedono interventi cognitivi sistematici o qualsiasi tecnica di gestione dell’ansia.

4. Come funziona in breve il CFBT?

In breve, esso implica il minor coinvolgimento possibile del terapeuta. Nel CFBT il terapeuta spiega il razionale del trattamento, incoraggia all’auto-esposizione, monitora i progressi e assiste con esercizi di esposizione solo quando necessario. La ricerca mostra che quasi l’80% dei sopravvissuti può recuperare con l’auto-esposizione dopo la prima seduta, mentre solo il 20% necessita di oltre 3 sedute di esposizione assistita dal terapeuta. Il trattamento può anche essere efficacemente distribuito in una singola seduta, in oltre il 90% dei casi, utilizzando il Trattamento con Simulatore di Terremoto, un’applicazione avanzata di CFBT progettata per aumentare il senso di controllo sui tremori, all’interno di un simulatore di terremoti.
Non abbiamo ancora condotto studi analoghi con traumi di guerra e sopravvissuti alla tortura, ma un recente studio del trattamento, su 60 traumatizzati richiedenti asilo, ha dimostrato che il recupero significativo può essere realizzato con circa 6 sedute condotte col terapeuta. Queste sessioni potrebbero essere ridotte ulteriormente, quando i sopravvissuti possono iniziare da soli a condurre l’esposizione, passando ad auto-esposizioni.

5. Come può questo trattamento essere diffuso alle masse?

Poiché il modello è in fase avanzata con i sopravvissuti del terremoto, risponderò alla tua domanda in relazione ai terremoti. L’evidenza suggerisce che il CFBT può essere consegnato come un intervento auto-somministrato attraverso tutti i mezzi possibili, includendo il professionale o il laico terapista, manuali di auto-aiuto, e la comunicazione dei mass media. Esso include due aspetti: (1) un programma di assistenza mirato a particolari gruppi superstiti, come quelli dislocati, rifugi, scuole, fabbriche, o comunità più colpite e (2) la diffusione della conoscenza del trattamento al pubblico attraverso i mass media, come TV, Internet, social media, ecc..

Messaggio pubblicitario Il programma di sensibilizzazione prevede la consegna step-by-step di 4 sessioni CFBT. Il trattamento dei partecipanti è interrotto, dopo ogni sessione, con la consegna di proseguire gli esercizi di esposizione in autonomia. L’idea è quella di ridurre al minimo l’ingresso del terapeuta, facendo affidamento sull’auto-esposizione, al fine di risparmiare tempo prezioso al terapeuta per i non-partecipanti ad ogni sessione. In uno studio abbiamo scoperto che il 76% dei sopravvissuti migliora dopo la 1° sessione, 88% dopo la 2°, il 97% dopo la 3 ° e 100% dopo la 4 °.

Il modello prevede anche strategie di preparazione ‘pre-disastro’, compresa la formazione di operatori sanitari, la diffusione delle conoscenze del trattamento al pubblico, e, quando possibile, l’uso di simulatori di terremoto per aumentare la tolleranza ai possibili effetti traumatici del terremoto.

6. Potrebbe esaminare il rapporto costo-efficacia di questo programma di sensibilizzazione?

Solo in termini di costi di tempo del terapeuta. La cura di 5.000 sopravvissuti, dopo il terremoto del 1999 in Turchia, è costata 30 dollari a caso, all’epoca stavamo ancora sviluppando il modello. Allo stato attuale ci aspettiamo un costo di 17,5 dollari a caso per paesi come la Turchia. Se il nostro manuale di auto-aiuto venisse utilizzato come intervento di prima linea, il costo potrebbe essere sostanzialmente inferiore, a seconda del numero di persone che utilizzano il manuale. Con tale basso costo, sarebbe economicamente affrontabile indirizzare grandi popolazioni di superstiti alla cura. Per esempio, si sarebbe potuto distribuire tale trattamento a tutta la popolazione superstite, che necessitava di aiuto dopo il terremoto dell’Aquila del 2009. Diffondere la conoscenza del trattamento attraverso i mass media, come la TV e social media, potrebbe ridurre i costi ancora di più. Anche se non abbiamo ancora avuto la possibilità di provare questo metodo di diffusione, abbiamo buoni motivi per credere che avrebbe aiutato un sacco di gente.

7. Potrebbe dire qualche parola circa il libro che avete pubblicato inerente questo lavoro?

Questo libro è in realtà inteso come uno strumento di formazione per gli operatori. Esso prevede non solo una descrizione dettagliata del modello, ma anche gli strumenti necessari per la sua attuazione, come test di screening per lo stress traumatico, scale per la valutazione dell’esito del trattamento, un manuale di auto-aiuto per i sopravvissuti del terremoto, e un manuale di trattamento strutturato per i professionisti e i terapisti laici. Operatori sociali interessati ad utilizzare il nostro modello, ma che non hanno un diretto contatto con noi per la formazione, possono trovare ciò di cui hanno bisogno in questo libro.

8. Cosa ne pensa il futuro per DABATEM e la vostra carriera?

Ho passato 30 anni della mia vita su questa impegnativa idea. Ci sono voluti più di 40 studi per portare il modello al suo stato attuale ed è necessario più lavoro per completarlo. Ora sono in una fase della mia carriera in cui posso essere più utile attraverso la diffusione di queste conoscenze, con programmi di formazione, pubblicazioni, e il mio blog. Spero che la mia collega più giovane, prof. Ebru Salcioglu, che ora porta avanti la bandiera della missione di DABATEM, volgerà la mia idea a completamento. Il nostro lavoro svolto finora spera di motivare gli altri nel contribuire a questo processo.

Metin Basoglu, Ebru Salcioglu ‘A Mental Healthcare Model for Mass Trauma Survivors. Control-Focused Behavioral Treatment of Earthquake, War and Torture Trauma’. Cambridge University Press 2011

L'articolo continua nelle pagine seguenti : 1 2

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 1, media: 5,00 su 5)

Articolo consigliato dall'autore

Trauma: il corpo accusa il corpo - Workshop di Van der Kolk , Milano 2016

Trauma: il corpo accusa il colpo! - Workshop di Van Der Kolk a Milano, Gennaio 2016

A gennaio si è tenuto a Milano un workshop con van der Kolk sul trauma e l'importanza di includere nel trattamento le esperienze enterocettive del corpo. 
State of Mind © 2011-2016 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario AMAzON BANNER
Messaggio pubblicitario Elenco italiano Psicoterapeuti

Argomenti

Scritto da

Sono citati nel testo

Università e centri di ricerca

Iscriviti alla Newsletter

Consigliaci su Facebook

Messaggio pubblicitario

Hai una domanda?

Chiedi agli Psicologi

Seguici su Twitter

fluIDsex – Identità & Sessualità

fluIDsex sessualità fluida

Messaggio pubblicitario

Segui il canale Youtube

Messaggio pubblicitario

Chi sta visualizzando questa pagina

1 utente