Messaggio pubblicitario

Empathy: The self other distinction. Role of the temporo-parietal junction in emotional empathy – Neuropsychology

This study investigates the role of rTPJ (temporo-parietal junction) in emotional empathy, through its inhibition by a train of TMS - Neuropsychology

ID Articolo: 106027 - Pubblicato il: 24 febbraio 2015
Empathy: The self other distinction. Role of the temporo-parietal junction in emotional empathy – Neuropsychology
Condividi

Questo articolo ha partecipato al Premio State of Mind 2014 Sezione Junior

Empathy. The self other distinction. Role of the temporo-parietal junction in emotional empathy

Autore: Claudio F. Bivacqua (Dipartimento di Psicologia, Università di Palermo)

 Abstract

Le neuroscienze attuano un’importante distinzione fra l’empatia emotiva e l’empatia cognitiva (Shamaay-Tsory,2010), identificando con il primo termine la condivisione immediata dell’emozione di un altro,  mentre con il secondo, una forma più complessa di empatia, che consiste in un sistema cognitivo che permette di assumere la prospettiva dell’altro.

Saxe e colleghi dimostrano come la giunzione temporo parietale di destra (rTPJ) si attivi maggiormente quando la nostra prospettiva è diversa da quella dell’altro, stabilendo un’incongruenza fra i diversi stati mentali e permettendo al soggetto di elaborare contemporaneamente e consapevolmente le informazioni relative al sé e all’altro (Saxe et al.,2005).  Questo studio, da realizzare attraverso un paradigma di stimolazione magnetica transcranica (TMS), vuole indagare il ruolo della giunzione temporo parietale di destra nell’empatia emotiva, ipotizzando una maggiore capacità di simulare l’espressione emotiva di un altro quando la giunzione temporo parietale di destra viene inibita. Quest’area cerebrale avrebbe il ruolo di stabilire un confine tra il sé e l’altro permettendo un’elaborazione emotiva integrata di differenti stati emotivi.  Questi risultati mostrano l’importanza della TPJ non solo nella capacità di “perspective taking” ma anche in un ruolo emozionale.

Abstract

The neuroscience makes an important distinction between emotional empathy and cognitive empathy (Shamay-Tsoory,2011). Emotional empathy refers at an immediate emotional sharing, while cognitive empathy refers to a cognitive system that involve understanding of the other’s perspective. Saxe and colleagues (2005) show the role of right temporo-parietal junction (rTPJ) in the perspective taking when our point of view is different from other, establishing an incongruence about the different states of mind. Other studies demonstrate that TPJ allows to elaborate and to integrate sensorimotor and cognitive information from self and other. This study investigates the role of rTPJ in emotional empathy, through its inhibition by a train of   Trancranial Magnetic Stimulation (TMS), demonstrating  a major skill to discriminate an emotional expression of other when this is incongruous with own emotional state. This brain area would function to establishing a border between self and other allowing an integrating emotional elaboration about the different emotions. These results show the importance of TPJ not only in a cognitive perspective taking task but also in an emotional task.

KEYWORDS

Empathy,  emotional contagion, emotion recognition, temporo-parietal junction

 

PREMIO STATE OF MIND 2014

VISUALIZZA I VINCITORI

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 2, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2018 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario DEFAULT SU NETWORK FORMAZIONE
Messaggio pubblicitario NETWORK CLINICA 2 - footer right

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Sono citati nel testo

Categorie