State of Mind

Holiday Blues: Come evitare il senso di tristezza tipico delle Festività

ID Articolo: 4314
dicembre 22
15:20 2011
Modificato il: 18/08/2014 (11:45)
(Nessun voto)
Condividi

 

Holiday Blues - Immagine: © Ariwasabi - Fotolia.com - Oltre ad essere un momento felice di condivisione degli affetti ed allegria per l’arrivo dell’Anno nuovo, spesso le Festività (Natale e Capodanno) possono essere un momento in cui le persone avvertono un senso di tristezza e lamentano di sentirsi giù. Queste sensazioni di tristezza sono reali, ma il più delle volte sono lievi e temporanee. In fin dei conti questi “umori festivi” non possono essere considerati come veri e propri sintomi di un quadro clinico di depressione. Quando le persone hanno un serio quadro clinico di depressione, d’altra parte, presentano diversi sintomi di cui hanno esperienza per la maggior parte della giornata, ogni giorno, per più di due settimane.

Ricordiamo che la depressione clinica comporta la presenza di almeno 5 dei seguenti sintomi: marcata diminuzione di interesse o piacere per tutte, o quasi tutte, le attività; significativa perdita di peso, in assenza di una dieta, o significativo aumento di peso, oppure diminuzione o aumento dell’appetito; insonnia o ipersonnia; agitazione o rallentamento psicomotorio; affaticabilità o mancanza di energia; sentimenti di autosvalutazione oppure sentimenti eccessivi o inappropriati e sensi di colpa; diminuzione della capacità di concentrazione, attenzione e pensiero; difficoltà nel prendere decisioni o iniziative in ambito familiare e/o lavorativo; pensieri ricorrenti di morte o di intenzione e/o progettualità suicidaria (DSM-IV TR, 2000).

Paradosso del Donatore. Immagine: © Ariwasabi - Fotolia.com -

Articolo consigliato: “Babbo Natale e il Paradosso del Donatore”

Si tratta di sintomi che potrebbero richiedere l’intervento di un professionista della salute mentale, non possono di certo essere paragonati alle sensazioni di tristezza – che gli americani chiamano Holiday Blues- che è possibile provare durante le Festività.

Ma che dire di questi lievi sentimenti di scoraggiamento che si verificano, per alcune persone, in prossimità delle Festività?

Un breve articolo pubblicato da Judith Beck, figlia di Aaron Temkin Beck, uno dei padri fondatori con Albert Ellis della Psicoterapia Cognitiva in America, sull’Huffpost Healthy Living ci propone alcuni consigli utili per aiutarvi ad evitare di provare queste sensazioni di tristezza durante le Feste:

1.Mantenete le vostre aspettative realistiche e abbandonate l’idea che sia necessario partecipare pienamente ad ogni rituale festivo;

2.Se partecipate a delle feste (specialmente in occasione di ritrovi familiari), puntate a godervi il momento, senza aspettarvi necessariamente che sia un momento magnifico, altrimenti rischiate di rimanere delusi. Ricordate, l’idea che le festività debbano necessariamente essere i momenti migliori dell’anno è solo un’invenzione della televisione;

3.Mantenete la vostra routine, mangiate, bevete e dormite come d’abitudine. Se avete esagerato con il cibo e non avete rimediato con il solito esercizio fisico, finirete per sentirvi pesanti, gonfi e stanchi;

4.Stabilite un limite massimo di denaro da spendere per i regali ed evitate di cercare “il regalo perfetto”. Vi sentirete meglio sapendo di non aver gravato eccessivamente sul vostro conto corrente;

5.Cercate di non aspettarvi di ricevere il regalo che sognate. Anche in questo caso, potreste finire per sentirvi delusi;

6.Se vi sentite giù, chiamate un amico con cui è possibile intavolare delle conversazioni edificanti e progettate qualcosa insieme;

7.Infine, se vi va, aiutate chi è meno fortunato di voi. È probabile che fare del bene a chi è più bisognoso vi aiuterà a sentirvi ancora più bene con voi stessi.

Insomma, Natale e Capodanno si stanno inesorabilmente avvicinando! E voi? Come vi sentite?

 

 

BIBLIOGRAFIA:

  • AA.VV., 2000. Diagnostic and statistical manual of mental disorders: DSM-IV-TR. American Psychiatric Pub.
  • Beck J., 2011. How to Avoid the Holiday Blues. www.huffingtonpost.com

 

CLICCA QUI PER SEGNALARE UN PROBLEMA CON QUESTO SITO. UN IDEA PER MIGLIORARLO. PORRE UNA DOMANDA ALLA REDAZIONE. AVANZARE UNA CRITICA O UN CONSIGLIO

State of Mind © 2011-2014 Riproduzione riservata.
Argomenti
Categorie
Tags
Condividi

Autori

Argomenti

Iscriviti alla Newsletter

Consigliaci su Facebook

Sponsor

Seguici su Twitter

Guardaci su Youtube

Sponsor

Messaggio pubblicitario

Articoli consigliati del mese

Chi sta visualizzando questa pagina

1 utente